Dedico questa ricetta interamente a Paola del blog Cucinando con Paola, e questo perchè è stata lei con il suo bellissimo contest a farmi riaffiorare alla memoria tantissimi bei ricordi delle mie nonne in cucina.

Ricordo la nonna Dina ( si chiamavano tutte e due così) mamma della mamma tra i profumi degli stracci fritti di carnevale, il castagnaccio e l’immagine del nonno Silvio che monta le chiare d’uovo con la forchetta e tantissima pazienza, perciò associo i nonni materni ai dolci.

Il ricordo dell’altra nonna Dina (nonna paterna) è invece legato a tutte le preparazioni salate: coniglio in umido, piccioni arrosto, anatra in porchetta e tutta la pasta fresca, maccheroni tagliolini e gnocchi…rigorosamente accompagnati dal ragù di carne nelle varianti coniglio, capriolo, cinghiale.

…una cucina superlight!!!

Il motivo per cui ho scelto questo piatto è perchè ogni volta che in casa mia ancora oggi si preparano gli gnocchi (che poi da noi nell’aretino non si chiamo gnocchi bensì “topini”, non chiedetemi il perchè), la nonna ci torna sempre alla memoria e ogni volta diciamo…si però quelli della nonna non erano così!!! I suoi avevano sempre un quid in più, la consistenza la mordidezza il gusto, insomma ancora non siamo riusciti ad eguagliarne la bontà!!

 

gnocchi_ragù

 

I Topini che ho preparato io in realtà sono un’pò diversi da quelli della nonna perchè io ho usato la farina di semola di grano duro, metre lei utilizzava sempre la farina bianca.

 

Ingredienti:

1 Kg di patate lessate

300 gr di farina di semola di grano duro

1 uovo

sale marino integrale

Preparazione:

Mettere le patate ancotra con la buccia in una casseruola di acqua fredda e portare ad ebollizzione, far cuocere fino a che risultano morbide.

Una volta cotte passarle sotto l’acqua fredda, sbucciarle  passarle nello schiacciapatate e lasciarle raffreddare.

Una volta ben fredde aggiungere l’uovo il sale e la farina. Lavorare il composto con le mani fino a renderelo omogeneo. lasciralo riposare almeno 20 minuti.

Tagliare il panetto formando dei rotolini di pasta e tagliarli a dadini più o meno grandi a seconda del vostro gusto. Io non li passati nei rebbi della forchetta perchè la semola è già abbastanza ruvida e poi in casa mia non si faceva.

Una volta preparati gli gnocchi passateli nella farina di semola in modo che non attacchino.

Nel frattempo portare l’acqua ad ebollizione, salatela e gettate gli gnocchi che saranno pronti non appena tornano a galla.

Condire a piacimento, io ho usato un buonissimo ragù di carne gentilmente offerto da mia suocera.

 

 

gnocchi_ragù

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Cucinando con Paola: Il Piatto della vostra nonna

 

contest_Ipiatti della votra nonna_

 

12 Comments on Gnocchi di patate della nonna Dina al ragù di carne

  1. Paola
    21 marzo 2013 at 10:00 (4 anni ago)

    Buongiorno carissima finalmente ho ricevuto la tua ricetta 🙂 sono molto invitanti questi gnocchi somigliano tanto a quelli che fa mamma..complimenti! Vado ad inserirlo nell’elenco baci!

    Rispondi
  2. Babe
    21 marzo 2013 at 10:11 (4 anni ago)

    Ah le nonne e i loro piatti così rassicuranti.
    Una gioia per il cuore oltre che per stomaco e occhi.
    Piatto stupendo come sempre.
    Un bacione!

    Rispondi
  3. simona
    21 marzo 2013 at 10:15 (4 anni ago)

    tesoro che bello questo post! le ricette legate ai nostri affetti più cari hanno sempre qualcosa di molto speciale che non solo portiamo in tavola ma conserviamo nel nostro cuore… complimenti alla nonna Dina e a te per questo succulento piatto di gnocchi.. un abbraccio grande:*

    Rispondi
  4. Berry
    21 marzo 2013 at 11:58 (4 anni ago)

    Ciao! Che belli i tuoi gnocchi, mi ricordano subito i pranzetti della domenica di mia mamma…ora torno a casa poco spesso ma un ragu non si disdegna mai!
    Un bacio, a presto!

    Rispondi
  5. Vaty
    21 marzo 2013 at 14:34 (4 anni ago)

    E quanto amore e ricordi che si trapela in questo post, mia cara.
    Sei dolcissima e sono sicura che lei sarà fiera della tua bravura.
    evviva gli gnocchi al ragù della nonna Dina ^_^
    vaty

    Rispondi
  6. Maddy
    21 marzo 2013 at 20:24 (4 anni ago)

    La mia nonna invece era specializzata in tagliatelle &co e degli gnocchi mi ha sempre fatto patire la voglia, ora me li faccio da sola, ma questi Manu mi fanno venire una voglia di mangiare i che non t’immagini!!!! Bravissima! Un bacio

    Rispondi
  7. maria
    22 marzo 2013 at 14:16 (4 anni ago)

    Complimenti per la ricetta, le ricette della nonna sono sempre una garanzia…adoro gli gnocchi

    Rispondi
  8. Elena
    23 marzo 2013 at 23:31 (4 anni ago)

    Devi aver avuto dei nonni fantastici che sicuramente avranno fatto tanto “famiglia” con i loro piatti…io adoro gli gnocchi!!!

    Rispondi
  9. rox
    24 maggio 2013 at 10:58 (4 anni ago)

    mi serviva proprio sta’ ricetta….odio fare gli gnocchi con la farina perche’ mi si incollano tutti anche se metto un sacco di farina sul vassoio…ti faro’ sapere presto.

    Rispondi

1Pingbacks & Trackbacks on Gnocchi di patate della nonna Dina al ragù di carne

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *