Frittelle di riso, frittelle di San Giuseppe, frittelle per la festa del papà, voi come le chiamate?

Qua da noi si prepararno per la festa del papà ed in casa mia ne siamo tutti ghiotti.

Ovviamente come nelle migliori tradizioni, ogni famiglia ha la propria ricetta collaudata , c’è chi mette il lievito e chi invece non lo mette c’è chi mette l’alrchemens e chi no, insomma c’è l’imbarazzo della scelta, ma nella mia famiglia  si preparano così.

Inutile dire che anche se la ricetta è la stessa non riesco ad eguagliare quelle della mamma, ma si sa…come la mamma c’è solo la mamma.

dolci carnevale, dolci fritti, ricette regionali, ricette tradizionali

Comunque se vi fidate di me, e se siete curiosi di provare tantà bontà io la ricetta ve la lascio lo stesso e anche se non saranno perfette, state sicuri che i papà le ameranno comunque.

 

frittelle, riso, ricette riso, gluten free, senza glutine,

Ingredienti per circa 50 frittelle circa:

300 g di riso carnaroli

500 ml di latte

400 ml di acqua

8 cucchiai di zucchero semolato più altro per cospargere le frittelle

6 cucchiai di amido di mais

1/2 bustina di lievito per dolci

3 uova

scorza grattugiata di un limone non trattato

scorza grattugiata di un arancia non trattata

1/2 baccello di vaniglia

1l di olio di semi di arachidi

 

Preparazione:

La sera prima mettete in una casseruola il riso l’acqua, il latte, la vaniglia, le scorze degli agrumi e lo zucchero.

Portate ad ebollizione, quindi abbassate la fiamma e cuocete fino a che il liquido si è ben assorbito.

State attenti a non far asciugare troppo il riso, per cui appena vedete che latte e acqua si stanno assorbendo spegnete la fiamma e lasciate il riso coperto per circa 30 minuti, quindi mettetelo in frigo a raffreddare fino al giorno dopo.

Toglite il riso dal frigo e mettetetelo in una ciotola capiente, aggiungete le uova, la fecola di patate ed il lievito.

Amalgamate con una spatola.

Il composto deve essere consistente ma mordido.

Lasciate riposare il composto a temperatuta ambiente.

Intanto in una padella con i bordi alti mettete l’olio di arachidi.

Se la padella è molto capiente potete metterlo tutto in una volta, invece se la padella è più piccola verstatene la prima metà, e quando sarà ormai stanco buttatelo, pulite bene la padella e rimettte quello nuovo (io vi consiglio la seconda versione).

Portate lìolio alla temperatura di circa 150° e iniziate ad immergere le fritelle preparate con un due cucchiai.

La temperatura dell’olio dovrebbe rimanere costante o comunque nel nostro caso non salire troppo perchè le frittelle hanno bisogno di cuocere anche all’interno e se la temperatura sale troppo rischiate di annerirle velocemente ma dentro rimarranno crude.

Vi consiglio di fare la prova con una prima frittella per poi proseguire con le altre.

Quando avranno assunto un bel colore dorato scolatele, mettetele in un piatto e cospargetele di zucchero semolato.

 

carnaroli, merenda, fine pasto, tradizione, frittelle, san giuaseppe

2 Comments on Frittelle di riso

  1. lisa fregosi
    17 marzo 2017 at 8:48 (1 mese ago)

    Non conoscevo queste frittelle, interessanti!
    Da noi è tradizione la zeppola di S. Giuseppe!
    Bacioni

    Rispondi
    • ricamidipastafrolla
      17 marzo 2017 at 8:51 (1 mese ago)

      Io le zeppole di San Giuseppe le ho scoperte da poco perchè invece qua si preparano sempre e solo frittelle di riso!! Il bello dell’Italia.

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *