Dolci

Frittelle di riso

fritte di riso, frittelle san giuseppe, ricami di pastafrolla,

Frittelle di riso, frittelle di San Giuseppe, frittelle per la festa del papà, voi come le chiamate?

Qua da noi si prepararno per la festa del papà ed in casa mia ne siamo tutti ghiotti.

Ovviamente come nelle migliori tradizioni, ogni famiglia ha la propria ricetta collaudata , c’è chi mette il lievito e chi invece non lo mette c’è chi mette l’alrchemens e chi no, insomma c’è l’imbarazzo della scelta, ma nella mia famiglia  si preparano così.

Inutile dire che anche se la ricetta è la stessa non riesco ad eguagliare quelle della mamma, ma si sa…come la mamma c’è solo la mamma.

dolci carnevale, dolci fritti, ricette regionali, ricette tradizionali

Comunque se vi fidate di me, e se siete curiosi di provare tantà bontà io la ricetta ve la lascio lo stesso e anche se non saranno perfette, state sicuri che i papà le ameranno comunque.

 

frittelle, riso, ricette riso, gluten free, senza glutine,

Ingredienti per circa 50 frittelle circa:

300 g di riso carnaroli

500 ml di latte

400 ml di acqua

8 cucchiai di zucchero semolato più altro per cospargere le frittelle

6 cucchiai di amido di mais

1/2 bustina di lievito per dolci

3 uova

scorza grattugiata di un limone non trattato

scorza grattugiata di un arancia non trattata

1/2 baccello di vaniglia

1l di olio di semi di arachidi

 

Preparazione:

La sera prima mettete in una casseruola il riso l’acqua, il latte, la vaniglia, le scorze degli agrumi e lo zucchero.

Portate ad ebollizione, quindi abbassate la fiamma e cuocete fino a che il liquido si è ben assorbito.

State attenti a non far asciugare troppo il riso, per cui appena vedete che latte e acqua si stanno assorbendo spegnete la fiamma e lasciate il riso coperto per circa 30 minuti, quindi mettetelo in frigo a raffreddare fino al giorno dopo.

Toglite il riso dal frigo e mettetetelo in una ciotola capiente, aggiungete le uova, la fecola di patate ed il lievito.

Amalgamate con una spatola.

Il composto deve essere consistente ma mordido.

Lasciate riposare il composto a temperatuta ambiente.

Intanto in una padella con i bordi alti mettete l’olio di arachidi.

Se la padella è molto capiente potete metterlo tutto in una volta, invece se la padella è più piccola verstatene la prima metà, e quando sarà ormai stanco buttatelo, pulite bene la padella e rimettte quello nuovo (io vi consiglio la seconda versione).

Portate lìolio alla temperatura di circa 150° e iniziate ad immergere le fritelle preparate con un due cucchiai.

La temperatura dell’olio dovrebbe rimanere costante o comunque nel nostro caso non salire troppo perchè le frittelle hanno bisogno di cuocere anche all’interno e se la temperatura sale troppo rischiate di annerirle velocemente ma dentro rimarranno crude.

Vi consiglio di fare la prova con una prima frittella per poi proseguire con le altre.

Quando avranno assunto un bel colore dorato scolatele, mettetele in un piatto e cospargetele di zucchero semolato.

 

carnaroli, merenda, fine pasto, tradizione, frittelle, san giuaseppe

Dolci

Mezzelune dolci alla marmellata

ricami di pastafrolla, biscotti, ora del tè, pasticceria, marmellata,

Le mezzelune alla marmellata sono dei pasticcini velocissimi da preparare, semplicissimi e soprattutto amati da grandi e piccini.

Il loro sapore semplice (preparati con solo farina burro e yogurt) viene esaltato dal profumo e dalla dolcezza della marmellata.

Io ho utilizzato albicocche e pistacchi tritati ma voi potete farcirli come preferite: fragole lamponi e crema di nocciole, a voi la scelta.

Gustateli insieme ad una tazza di tè verso le cinque di pomerggio, sono un ottimo fine pasto perché non appesantistico e sono perfetti per le colazioni abbondanti dei bambini.

Potete conservarli per qualche giorno in un contenitore di latta.

 

buffet, ricami di pastafrolla, ricette marmellate, pic nic,

Ingredienti per 36 pasticcini:

250 g di farina tipo 1

100 g di burro

1 vasetto di yogurt bianco

2 cucchiaio di marmellata di albicocche

pistacchi tritati q.b.

 

Preparazione:

Mettete nel mixer  la farina insieme al burro a temperatura ambiente a tagliato a pezzetti.

Aggiungete lo yogurt e iniziate a girare fino a che si sarà formato un panetto consistente.

Toglietelo dal mixer e lavoratelo con le mani giusto due minuti, così da amalgamare bene gli ingredienti.

Avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetelo in frigo a riposare per circa 30 minuti.

Riprendete la pasta e tiratela abbastanza sottilmente con il mattarello.

Eventualmente spolveratela di farina nel caso sia necessario.

Con un coppa pasta di circa 8 cm di diametro tagliate tanti cerchi.

La pasta rimanente lavoratela nuovamente lasciatela riposare, tiratela e tagliatela di nuovo fin ad esaurimento.

In ogni cerchio mettete una piccola quantità di marmellata (ovviamente il gusto che preferite).

Richiudete il cerchio su se stesso formando così una mezzaluna.

Sigillate le estremità con una forchetta.

Se la pasta dovesse risultare troppo asciutta passate i bordi con un pennellino imbevuto di acqua.

Una volta terminate le mezzelune posizionatele in una placca rivestita di carta forno e cuocetele a 170° per circa 15 minuti.

Spolverate di zucchero a velo e servite i vostri pasticcini,  sono ottimi sia caldi che freddi.

dolci semplici, senza uova, pasta matta, yogurt, dolci allo yogurt

Dolci

Fluffosa al cioccolato

ricami di pastafrolla, dolce facile feste bambini, ricette americane

La Fluffosa al cioccolato è la versione dark della classica chiffon cake.

L’avevo già provata in versione estiva con la Fluffosa alle pesche gialle, poi quella più invernale al caffè d’orzo, e adesso arriva quella preferita dai miei bambini, quella al cioccolato.

Credevo che l’aggiunta del cacao avrebbe diminuito la sofficità di questo dolce versatile e buonissimo, invece anche questa versione mi ha sorpreso positivamente, perché state certi che la vostra fluffosa flufferà sempre!

fluffosa, ciambella, ciambella americana, chiffon cake, cioccolato

 

Ingredienti per uno stampo da 25 cm:

240 g di farina tipo 1

280 g di zucchero

40 g di cacao amaro in polvere

7 uova bio

210 ml di acqua

120 ml di olio di arachidi

semi di vaniglia q.b.

1 bustina di lievito

1 pizzico di sale

Preparazione:

In una ciotola capiente mettete insieme la farina lo zucchero, il cacao, il lievito il sale e i semi di metà baccello di vaniglia.

Con una frustina amalgamate gli ingredienti in modo da sciogliere tutti igrumi che si possono formare.

Aggiungete nell’ordine i tuorli, l’acqua e l’olio senza mescolarli.

Intanto montate a neve ben ferma gli albumi.

Con una spatola amalgamate gli ingredienti solidi con i liquidi, quindi aggiungete gli albumi poco alla volta cercando di non smontarli.

Prendete il vostro stampo e versate il composto (nello stampo della chiffon cake non è necessario ungere lo stampo).

Mettete in forno e cuocete 10 minuti a 175° e 55 minuti a 165°.

Una volta cotta capovolgete la torta fino a raffreddamento, quindi sfornatela eventualmente aiutandovi con un coltello affilato.

Decorate la vostra fluffosa come preferite.

Io ho aggiunto panna fresca leggermente zuccherata e fragole.

ricami di pastafrolla, dolci, fragole, panna, cioccolato, merenda

La vostra ciambella si manterrà sofficissima anche dopo qualche giorno perciò non preoccupatevi se lo stampo è grande, sarà perfetta per le colazioni di tutta la settimana.

 

dolce cioccolato, cacao, dolce veloce, dispensa, colazione, brekfast, cake,

Secondi Piatti

Hamburger: come insaporirlo nel modo giusto

L’hamburger è il tipico panino americano farcito con carne tritata insalata pomodoro cipolla e una vasta varietà di salse.

Fa parte di quella categoria demonizzata dello junk food e in certi casi non posso che essere d’accordo.

Però voglio spendere anche una parola a favore e tanto di cappello perchè negli Stati Uniti ho mangiato hamburger buonissimi.

In realtà tutta la differenza è data dalla qualità degli ingredienti utilizzati e un banale panino può diventare un sontuoso pranzo, ricchissimo di gusto.

In questo post non ho intenzioe di insegnarvi come farcire il vostro hamburger preferito, sarete sicuramente più esperti di me, però voglio darvi qualche indicazione su come insaporire la carne.

In realtà la carne di vitella così come è non è molto saporita, quindi vi consiglio di non prendere gli hamburger già pronti ma di prepararli voi stessi aggiungendo aromi e spezie che daranno al vostro hamburger (anche senza salse particolari) un ottimo sapore all’interno del panino.

hamburger, american food, fast food, fatto in casa. carne rossa, chianina,

Ingredienti per 4 hamburger:

Tempo di preparzione: 10 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti
500 g di macinato di vitella (io ho utilizzato macinato di Chianina)
1 rametto di rosmarino
1 spicchio di aglio
1 pizzico di paprika dolce
pepe nero q.b.
sale marino integrale q.b.

 

Preparazione:

Prendete la carne di ottima qualità dal vostro rivenditore di fiducia e mettetela in una terrina.
Aggiungete la paprika e il pepe nero macinato al momento.
Tritate l’aglio molto sottile quindi schiacciatelo con il coltello.
Tritate finemente anche il rosmarino e aggiungetelo alla carne insieme all’aglio schiacciato.
Amalgamate bene i sapori con la carne senza però stressarla troppo.
Formate con le mani 4 palline di circa 125 g l’una.
Schiacciatela fino all’altezza di 1 cm e ricompattatela a bordi se dovesse formare delle crepe.
Ponetela in frigo a riposare.
Al momento di preparare gli hamburger adagiateli sopra una gratella ben calda e fateli cuocere fino a che non uscirà più il sangue.
La carne deve comunque rimanere rosa la suo interno.
Quando pensate siano cotti al punto giusto salateli e farcite i vostri panini come meglio preferite.

 

 

hamburger fatto in casa, cena tra amici, american recipe, american style,

CONSIGLI:

  • Mi raccomando di salare sempre alla fine per evitare che il sale in cottura faccia uscire tutti i succhi della carne e la renda pertanto dura e asciutta.
  • Non bucate mai la carne durante la cottura, schiacciatela leggermente per verificare se esce ancora il sangue e quindi eventualmente continuare la cottura.

 

ricami di pastafrolla, hamburger fatto in casa, ricetta carne, secondo piatto, panino, panino con carne

Dolci

Krumiri

biscotti colazione, inzuppo, latte, merenda, biscotti da tè, ricami di pastafrolla

I Krumiri sono dei biscotti tipici della pasticceria italiana, per la precisione nascono in Piemonte, dove una notte del 1878 Domenico Rossi creò questa magica alchimia di ingredienti facendo nascere così i famosi biscotti.

I Krumiri sono dei biscottini secchi che hanno pochi e semplici ingredienti, profumano di vaniglia , e si preparano veramente in pochissimo tempo.

 

krumiri, colazione, coffe break, spuntino, biscotti secchi,

Potete prepararli anche in casa e vi accompagneranno nelle vostre colazioni, all’ora del , nella cesta del pic nic e in ogni occasione in cui avrete voglia di sgranocchiare la bontà e la semplicità.

pasticcini, pasticceria, biscotti colazione, fatto in casa,

Ingredienti:

150 g di farina tipo 1
50 g di farina di mais
100 g di burro
80 g di zucchero
2 tuorli
1 uovo intero
semi di vaniglia q.b.

Preparazione:

In una ciotola unite lo zucchero e le uova, lavoratele bene con le fruste elettriche.
Aggiungete il burro sciolto a bagno maria, quindi unite le farine poco alla volta ed i semi di vaniglia.
Lavorate bene il composto, fino a che non risulta liscio e omogeneo.
Lasciatelo riposare fuori dal frigorifero per circa 1 ora coperto con un canovaccio umido.
Riprendete l’impasto e riempite una sac a poche con beccuccio a stella.
Foderate una teglia con la carta forno e formate i krumiri ricurvi della lunghezza di circa 8 cm.
Infornate a 200° , poi abbassate il forno a 180° per 15- 20 minuti.
Lasciate raffreddare i krumiri che si induriranno e gustateli come preferite.

 

 

ricami di pastafrolla, pasticcini , pasticceria da tè

Potete conservarli anche per più giorni chiusi in una scatola di latta, ma dubito che vi dureranno così tanto.

Buona giornata a tutti.

Verdure

Purè di patate

Purè di patate, ricami di pastafrolla, ricette semplici, bambini, purè, fatto in casa

Il purè di patate, alzi la mano a chi non piace.

Grandi e piccini ha sempre conquistato tutti.

Prepararlo è molto meno complicato di quello che si pensa e sarà una gioia per tutta la famiglia.

Ideale quando staimo poco bene, sarà un toccasana per il nostro umore, ma io amo mangiarlo ancora di più quando sto bene, meglio ancora se accompagnato con uno stracotto al pomodoro ( ma questa è un altra ricetta che magari arriverà tra poco).

 A casa mia è anche un sollievo quando i miei bambini non hanno proprio voglia di mangiare, e si sa insieme al purè si può anche tentare fargli mangiare quello per cui storcono il naso.

 

purè, ricette tradizionali, idee cena, amici, ricette bambini

 

Purè di patate
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Ingredienti
  • Ingredienti per 4 persone:
  • 4 patate medie
  • 1 noce di burro
  • 2 bicchieri di latte
  • sale marino integrale q.b.
Preparazione
  1. Lavate le patate e mettetele in una casseruola coperte con acqua fredda.
  2. Portate ad ebollizione e e cuocete le patate per almeno 30 minuti.
  3. Provate a bucarle con una forchetta quando risultano morbide spegnete la fiamma.
  4. Passatele sotto l'acqua fredda e sbucciatele aiutandovi con i guanti e un coltello per non scottarvi.
  5. Passate le patate con il passatutto, mettendo il disco a maglie fini.
  6. Vi consiglio di fare questo passaggio quando le patate sono ancora calde per evitare che si formino grumi.
  7. Mettete la purea di patate in una casseruola, aggiugete il sale e i 2 bicchieri di latte.
  8. Continuate a girare con un mestolo di legno o di una frustina fino a che il purè non raggiunge il bollore.
  9. Unitela noce di burro, cuocete qualche altro minuto quindi spegnete la fiamma.

 

 

secondi piatti, gluten free,

CONSIGLI:

  • Ricordatevi sempre di cuocere le patate con la buccia perché prendono meno acqua.
  • Passate le patate nello schiacciapatate quando sono ancora calde per evitare i grumi.
  • Potete aggiungere o diminuire la quantità di latte a seconda della mordidezza che preferite del purè.

 

bambini, ricette facili, ricette della nonna, purè fatto in casa

 

Dolci

Tartellette alla crema di ricotta e ribes

dolci san valentino, dolce veloce, ricotta, ribes, dolcetti,

San Valentino si o San Valentino no?

Voi da che parte state?

Io da quella di coloro che domani lo passeranno separarti dal marito, ma sicuramente insieme agli altri miei due amori.

Avrei voluto festeggiarlo qualche giorno prima in realtà, perché secondo me è un po come il Natale, “quando arriva, arriva!!!”

Invece altri mille imprevisti me lo hanno impedito, però sono una romantica e allora le mie tartellette di San Valentino le preparo lo stesso e le offro a tutti quello che dentro si se sentono di essere innamorati.

Innamorati del primo amore.

Innamorati dello stesso uomo da una vita.

Innamorati dei loro figli.

Innamorati delle stelle.

Innamorati dei loro cuccioli.

Innamorati della vita.

festa innamorati, san valentino, ricette san valentino, tartellette, pasta frolla, ,

Per festeggiarlo come meglio credete, vi lascio la ricetta di queste tartellette di pasta frolla con crema di ricotta e limone decorate con la bellezza dei ribes rossi.

Happy Valentines’Day!!

ricami di pastafrolla, dolci veloci, dolci estivi,

Pasta frolla per 24 – 28 tartellette circa:
300 g farina tipo 1
200 g di burro
120 g di zucchero
3 tuorli
scorza di 1/2 limone
1 pizzico di sale integrale
Crema alla ricotta:
300 g di ricotta fresca
150 g di panna fresca
3 cucchiai di zucchero
la scorza di 1 limone
ribes q.b.

Preparazione:
Nel mixer inserite la farina e il burro freddo tagliato a pezzetti.
Iniziate a frullare fino che diventa un composto sbriciolato.
Aggiungete lo zucchero, la scorza di limone, i tuorli e il pizzico di sale.
Azionate di nuovo il mixer fino a che il composto di addensa e si stacca dai bordi formando una massa unita. Ricordatevi di staccare il mixer per brevi periodi per per evitare che il composto si scaldi troppo.
Lavorate il panetto con le mani rendendolo omogeneo e avvolgetelo nella pellicola trasparente.
Lasciatelo in frigo a riposare per almeno 30 minuti.
Riprendete la pasta frolla e lavoratela qualche minuto per ammorbidirla quindi tiratela in una sfoglia di 3-4 mm di altezza con l’aiuto del mattarello.
Se dovesse attaccarsi potete spolverarla con qualche pizzico di farina.
Ungete con del burro e farina le tartellette e rivestitele con la pasta frolla.
Bucherellate bene con uno stuzzicadenti o con la forchetta non tralasciando nemmeno i bordi.
Infornate a 180° per circa 10 minuti.
Sfornate e lasciate raffreddare.
Preparate la crema di ricotta aggiungendo la panna fresca lo zucchero e la scorza di limone alla ricotta.
Amalgamate bene gli ingredienti, quindi disponetela sopra le tartellette con un sac a poche oppure aiutandovi con un cucchiaio.
Decorate a piacere con i ribes o la frutta che preferite

 

 

amici, rosso, valentines'day, dolci ricotta

 

Primi Piatti

Tagliatelle verdi con carciofi e gamberetti

molino quaglia, ricami di pastafrolla, pasta fresca

La pasta fresca fatta in casa è uno dei mie comfort food preferiti.

Non solo mia piace tantissimo mangiarla ma adoro anche prepararla.

Questa versione è un pò diversa dal solito ma pur sempre facile e buonissima. abbiamo voluto dargli una vaste nuova e colorata (siamo o non siamo sotto carnevale?), aggiungendo le spinaci all’impasto base e creare così la tagliatelle verdi.

Ho preparato questa pasta utilizzando la farina Petra 5 di Molino Quaglia, proprio perché ideale per la preparazione della pasta fresca.

La farina Petra 5 è una farina macinata a pietra, tipo 1, quindi adattissima ad assorbire meglio il condimento e proprio perché ideale per queste preparazioni potete stare certi che la vostra pasta si tirerà benissimo senza che avvenga il famoso effetto yo yo e la pasta non si ritirerà sotto i vostri colpi di mattarello.

tagliatelle, pasta fatta in casa, spinaci, primi, pesce, carciofi, cena

Ingredienti:

Pasta fresca per 2-3 persone:
2 uova
50 g di spinaci lessati
200 g di farina Molino Quaglia “Petra 5”
Condimento:
2 carciofi
100 g di gamberetti
1 spicchio di aglio
1/2 bicchiere di vino bianco secco
olio extravergine di oliva q.b.
sale integrale q.b.

Preparazione:

Per la preparazione della pasta fresca, dovete prima di tutto frullare le spinaci con il minipimer, quindi strizzatele molto bene facendole scolare in un colino a maglie fini.
In una spianatoia distribuite la farina a fontana, aggiungete le spinaci e le uova.
Iniziate a lavorare il composto con una forchetta e quando inizia a diventare troppo consistente continuate con le mani.
La pasta deve risultare morbida e omogenea ma non appiccicosa, nel caso sia necessario potete aggiungere qualche pizzico di farina.
lavoratela bene per qualche minuto, quindi lasciatela riposare coperta con una terrina per evitare che si formai la crosta.
Nel frattempo preparate il condimento, pulite e tagliate a spicchi sottili i carciofi e teneteli a bagno in acqua e limone.
In una padella scaldate dell’olio con uno spicchio di aglio, aggiungete i carciofi il sale e cuocete a fuoco lento per 10 minuti.
In una padella più piccola scaldate due cucchiai di olio aggiungete i gamberetti e saltateli per due minuti, salate e sfumate con il vino, a questo punto potete aggiungerli ai carciofi e spegnere la fiamma.
Riprendete la pasta, spolverate con la farina e tiratela con il mattarello o per chi l’avesse con la sfogliatrice.
la pasta deve risultare sottile e facile da lavorare.
Lasciate riposare per altri 30 minuti circa.
Ripiegate la pasta su se stessa quindi tagliatela all’altezza di circa 1 cm.
Versate le tagliatelle in acqua bollente salate scolate non appena vengono a galla.
saltatele in padella con il condimento e due o tre cucchiai di acqua di cottura, servite con una spolverata di pepe nero macinato al momento.

 

 

homemade, ricami di pastafrolla, pasta fresca

 

fettuccine, ricette primi piatti, ricette cena, amici,

SUGGERIMENTI:

E’ necessario che la facciate riposare bene la pasta sia prima di tirarla sia dopo averla tirata e prima di tagliarla.

Prima di tirare la pasta assicuratevi sempre di aver pulito benissimo la spianatoia, eventualmente aiutatevi con un tarocco affinché la superfici risulti perfettamente liscia.

Le tagliatelle verdi risulteranno sempre più umide rispetto alle tradizionali, quindi per tirarle non preoccupatevi se dovete spolverare più volte la spianatoia e il mattarello, la pasta non si indurirà.

 

tagliatelle, tirate a mano, cucina italiana, italian recipe,

 

Dolci

Cookies noci e cioccolato

cookies, cioccolato, noci, biscotti americani

I cookies sono i tipici biscotti americani.

Generalmente sono preparati di gocce di cioccolato, ma siccome io sono una grande amante della frutta secca, ho deciso di aggiungere anche le noci.

Ideali per le colazioni o le merende dei bambini, vengono però piacevolmente sgranocchiati anche dgli adulti.

Si preparano in pochissimo tempo e la ricetta è molto semplice.

Se volete potete personalizzarli come più vi piace e  arricchirli con gli ingredenti ed i sapori che amate di più.

 

cookies, colazione, bambini, merenda, biscotti, cioccolato, noci

Ingredienti:

Dose per circa 40 biscotti:
200 g di burro
150 g di zucchero
30 g di miele
2 uova intere
300 g di farina
1/2 cucchiaino di lievito
100 g di cioccolato fondente
100 g di noci

 

Preparazione:

Lavorare il burro morbido con lo zucchero ed il miele.
Frullate bene fino a formare una crema morbida e spumosa.
Aggiungete quindi un uovo alla volta e cercando di incorporarli bene al composto.
Unite quindi gli ingredienti secchi, prima la farina ed il lievito setacciato mescolando bene con una spatola, e poi le noci spezzettate ed il cioccolato.
Mettete il composto in una sac a poche, e tagliate la parte finale praticando un fori di circa 1 cm di diametro.
Rivestite una leccarda con carta forno e formate delle palline di circa 1 cm di diametro ben distanziate l’una dalle altre.
Bagnate le dita e schiacciate leggermente i vostri biscotti.
Infornate a 180° per circa 15 minuti.
Il tempo di cottura può variare di qualche minuto a seconda dei forni e della grandezza dei cookies.

 

biscotti homemade, fatti in casa, cookies, ricette facili,

I cookies si mantengono bene per più giorni , potete conservarli in una scatola di latta o in un batrattolo di vetro.

 

ricami di pastafrolla, biscotti, dolci, ricette bambini, ricette sane

 

Verdure

Finocchi all’arancia

finocchi light, finocchi in forno, senza besciamella, ricette veloci, ricette verdure

Mica sarete già stufi delle mie ricette con i finocchi?

Prometto che è l’ultima…o quasi.

Però diciamolo,  la stagione non ci allieta come in estate, le verdure sono di meno e quindi cerco sempre nuovi modi per gustarle, cucinandole in modo semplice e saporito.

L’abbinamento finocchi e arance è uno dei miei preferiti. 

Di solito li consumo crudi in insalata, ma le basse temperature di questi giorni mi fanno venire voglia di qualcosa di caldo, così senza rinunciare al gusto che mi piace tanto ho deciso di prepararli alla stessa maniera però mettendoli a cuocere in forno.

La ricetta è semplicissima e si prepara veramente in cinque minuti.

 

ricette verdure, healty recipe, easy recipe, ricami di pastafrolla,

Ingredienti per 4 persone:

Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 25 minuti
2 finocchi
1 arancia
50 g di olive nere
30 g di capperi
pangrattato q.b.
sale marino integrale q.b.
olio extravergine di oliva q.b.

 

Preparazione:

Lavate i finocchi e tagliateli a spicchi abbastanza sottili.
Salateli e cospargeteli di pangrattato.
Ungete una pirofila con dell’olio.
Adagiate sopra i finocchi impanati, le olive nere i capperi e gli spicchi di metà arancia.
Strizzate il succo della restante metà sopra i finocchi, ungete con l’olio e spolverate di sale.
Cuocete in forno a 180° per 20-25 minuti.

 

verdure, finocchi, idee cena, cena leggera,

I finocchi al forno potete prepararli come contorno  oppure come un leggerissimo ma gustoso piatto unico. E’ la ricetta ideale che si prepara all’ultimo minuto, quando arrivano ospiti inaspettati e quando rientrate senza essere passati dal supermercato convinti di non aver niente in frigo da cucinare.

verdure al forno, ricette veloci, dieta, amici,

Dolci

Pasticcini alla pasta di mandorle

pasta di mandorle, dolcetti mandorle, pasticcini, da tè, pasticceria secca

La pasticceria secca è da sempre uno dei miei spuntini preferiti.

Non c’è un momento adatto per gustarla, perchè per me ogni momento della giornata è assolutamente quello giusto.

Va benissimo la mattina per colazione, ideale con il tè del pomeriggio, ottimo come dopo pranzo, insomma li mangeri tranquillamente ad ogni ora della giornata.

Questi poi sono realizzati con la  frutta secca che amo tantissimo, mandorle con una spruzzata di pistacchi e si preparano veramente in pochissimo tempo.

pasticcini, ricami di pastafrolla, mandorle, light, senza burro, senza latticini, ricette dolci,

Preparatene un pò di più perchè i pasticcini alla pasta di mandorle si mantengono per più giorni in un barattolo di latta o in un contenitore di vetro.

 

dolci veloci, dolci da tè, amici, compleanno, party, dolci bambini,

Ingredienti:

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

200 g di farina di mandorle
50 g di farina di pistacchi
150 g di zucchero a velo
90 g di albumi
semi dii vaniglia q.b.

 

Preparazione:

Mettete le farine ed i semi di vaniglia nel cutter, aggiungete gli albumi e azionate il cutter fino a che non si sarà formata una pasta omogenea ( tipo pasta frolla).
Togliete il composto dal cutter che risulterà un pò appiccicoso.
Riempite una sac a poche con un beccuccio a forma di stella grande.
Formate dei pasticcini e distribuiteli in una placca con sopra della carta forno.
Decorateli con una mandorla o un pistacchio e mettete in frigo a riposare per almeno 1 ora.
Infornate a 150° per 15 minuti, togliete dal forno e lasciate raffreddare.

 

 

biscotti mandorle, veloci, ricette facili, sac a poche,

Per chi non avesse voglia di tirare fuori sac a poche e beccucci può realizzare  lo stesso i pasticcini formando della palline con le mani (spolverate di zucchero a velo per lavorare meglio la pasta), lasciandole riposare e cuocendole come abbiamo detto sopra.

 

Verdure

Finocchi al forno senza besciamella

finocchi, ricette light, forno, ricette veloci, detox, senza besciamella, ricami di pastafrolla,

I finocchi sono una di quelle verdure che che mi piace tantissimo mangiare in insalata, ma in inverno, complici le temperature sotto zero preferisco mangiarli cotti.

Purtroppo sono una freddolosa ed anche in tavola preferisco cibi caldi che riescono a a scaldarmi, insomma adoro il comfort food.

I finocchi sono una di quelle verdure leggere e indispensabili per aiutare il nostro organismo a depurarsi  perciò utilissima nel dopo panettone e durante le maratone di carnevale.

finocchi gratinati, light, ricette economiche, ricette verdure, facile,

 

Per questo ho deciso di prepararle nel modo più semplice possibile.

Niente panna besciamella o formaggi troppo grassi, una spolverata di pangrattato, il parmigiano per dare sapore e una spruzzata di arachidi per la croccantezza.

Si preparano veramente in pochi minuti, sono un idea per il salva cena dell’ultimo minuto e perfetti anche per una cena tra amici

 

cena tra amici, cena veloce, idee cena, ricette economiche

 

Finocchi in forno
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Ingredienti
  • 2 finocchi freschi
  • 60 g di pangrattato
  • 40 g di parmigiano reggiano
  • 30 g di arachidi
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
Preparazione
  1. Lavate e asciugate i finocchi.
  2. Tagliate la parte con le foglie e tagliate la base in 4 spicchi verticali.
  3. Se sono eccessivamente grossi potete tagliarli in spicchi più sottili.
  4. Cuoceteli per 10 minuti in acqua bollente salata.
  5. Scolateli e teneteli da parte.
  6. In una boule mettete in insieme il pangrattato il parmigiano, pepe sale e arachidi spezzettate grossolanamente.
  7. Ungete una pirofila e adagiatevi gli spicchi di finocchio in un solo strato.
  8. Cospargete sopra con la panatura e irrorate con olio.
  9. Passate nel forno a 180° per circa 10 minuti.
  10. I finocchi sono pronti quando la superficie è dorata.

 

 

sana alimentazione, finocchi, cucina, ricami di pastafrolla, verdure,

Dolci

Granola

ricami di pastafrolla, ricette facilii, ricette da forno, cose buone,

Questo è l’ennesimo esperimento per cercare di far mangiare ai bambini qualcosa di salutare e allo stesso tempo gustoso.

La Granola croccante doveva assolvere a questo compito, infatti quando l’hanno assaggiata sono rimasti entusiasti, peccato che poi sia passato altrettanto velocemente.

Vi assicuro però che la granola è buonissima, il mio unico difetto è stato quello di non dargliela all’interno di una scatola con tanto di marchio e pubblicità!!!

Sarà per la prossima volta, intanto vi lascio la ricetta che ovviamente potete arricchire e modificare a seconda dei vostri gusti.

Come dolcificante ho utilizzato il miele e arricchito la base con uvetta e albicocche secche, se preferite potete aggiungere frutti rossi, prugne o fichi secchi, a voi la scelta.

colazione, ricami di pastafrolla, homemade, healty food,

 

 

Granola
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Ingredienti
  • 50 g di fiocchi d'avena
  • 50 g di riso soffiato
  • 50 g di fiocchi di quinoa
  • 25 g di uvetta
  • 25 g di albicochhe secche
  • 50 g di di nocciole
  • 50 g di mandorle
  • 50 g di semi vari (sesamol lino, canapa, zucca)
  • 150 g di miele millefiori
  • 50 ml di acqua
  • 25 ml olio extravergine di oliva
  • 1 pizzico di sale marino integrale
Preparazione
  1. Versate in una ciotola i cereali e la frutta secca. Amalgamate bene tutti gli ingredienti.
  2. In una casseruola mettete il miele, l'acqua l'olio ed il sale.
  3. Scaldate a fiamma bassa e portate ad ebollizione, a questo punto aggiungete i cereali e la frutta secca e girate molto bene il composto affinché tutto venga ricoperto da un leggero strato di miele.
  4. Versate il tutto in una placca rivestita di carta forno.
  5. Allargate bene il composto e cuocetelo in forno a 170° per circa 30 minuti.
  6. Togliete dal forno e lasciate raffreddare fino a che la granola si è indurita.
  7. Spezzettate a piacere.
  8. Conservatela per una settimana circa in una barattolo di vetro.

 

 

fatto in casa, ricette colazione, ricette bambini, cibo sano,

Potete gustarla insieme allo yogurt fresco e alla frutta, se siete dei golosi insieme al gelato, oppure sgranocchiarli da soli per uno spuntino veloce.

mattina, coffee break, cucina bambini,

Se però non siete amanti della granola ma continuate ad amare le tradizionali colazioni con caffelatte e biscotti, vi consiglio di cercare i miei biscotti della colazione leggeri e profumati al miele.

Dolci

Torta speziata miele e arance

dolci light, amici, ricette facili, ricami di pastafrolla

La Torta speziata miele e arance il un dolce ideale per le colazioni della mattina o per uno spuntino veloce del pomeriggio, accompagnatela se vi piace con un profumatissimo tè al bergamotto, diventerà una picevolissima abitudine.

Quella ciambella sofficissima rimane umida all’interno e morbidissima all’esterno, il miele e le arance la inondano di profumi e sapori insuperabili.

I profumi e i sapori caldi delle arance del miele e della cannella fanno di questa ciambella il dolce ideale delle giornate invernali.

Si prepara in pochissimo tempo e conquisterà grandi e piccini.

Trovate la mia ricetta nella rivista di Ifood nel numero speciale di Natale.

Insieme alla mia ciambelle troverete tante altre bellissime idee.

ciambella all'aranciia, dolci con il miele, dolce colazione, dolce natalizio

 

 

Torta speziata miele e arancia
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Ingredienti
  • 2 uova
  • 200 g di farina tipo 1
  • 100 g di zucchero
  • 100 ml di olio di girasole
  • 100 ml di succo d’arancia
  • Scorza grattata di 1 arancia
  • 1 arancia sbucciata al vivo (polpa)
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 100 ml di miele di zagara
  • 1 pizzico di cannella
Preparazione
  1. Scaldate il miele in un tegamino e cercate di far evaporare l’acqua in eccesso, quindi versatelo nello stampo.
  2. Sbucciate un arancia al vivo e tagliatela a pezzetti.
  3. Disponete l’arancia sopra il miele e imburrate la restante parte dello stampo.
  4. Separate i tuorli dagli albumi e montate a neve questi ultimi, quindi tenete da parte.
  5. Aggiungete lo zucchero ai tuorli e montateli fino a che diventano chiari e cremosi.
  6. Unite l’olio e continuate a frullare.
  7. A questo punto unite le polveri (farina, lievito, cannella e scorza) alternandole al succo d’arancia.
  8. Aggiungete gli albumi montati a neve cercando di non smontare il composto.
  9. Versate nello stampo e cuocete in forno a 180° per 35 minuti.
  10. Rovesciate la torta e spolverate con lo zucchero al velo.

 

 

dolci arancia, miele, dolce veloce, dolce leggero, light,

CONSIGLIA Smoothie ai cetrioli, melone e cocco