Browsing Tag:

antipasto

Antipasti/ Eventi/ Finger Food

Panzerotti farciti con lardo di colonnata e zucchine

I panzerotti sono una delle ricette più gettonate in tutta Italia, da nord a sud, ognuno con la proprie gustosissime varianti  sono uno dei miei street food preferiti

panzerotti-4Ovviamente la mia è un mix, una sorta di torta al testo ma farcita a modo mio.

Il limone è quella nota fresca a cui non riesco a rinuciare, le zucchine sono il tormentone dell’estate ed il lardo è quella spinta in più che da corpo profumo e sapore alla ricetta.

E’ anche velocissima e molto semplice da fare, portatela con voi anche per un pic nic fuori porta.

 

panzerotti

Ingredienti:

1 kg di farina tipo 2
600 ml di acqua
1 cucchiaino di lievito per torte salate
10 g di sale marino integrale
Ripieno:
100 g di lardo di colonnata
300 g di zucchine
400 g di ricotta di pecora fresca
la scorza grattugiata di un limone
sale q.b.
pepe q.b.

 

Preparazione:

Preparazione del ripieno:
Scaldare 2 cucchiai di olio n una padella e versare le zucchine grattate con la grattugia afori grandi.
Scaldatele in padella due minuti e aggistatele di sale.
Battete le fettine di lardo al coltello così da farle diventare una crema e aggiungetelo alle zucchine, aggiungete la scorza di limone, la ricotta e aggiustate di sale e pepe.
Preparazione della pasta:
Impastate la farina con acqua lievito e sale fino a creare un panetto morbido e ben lavorabile.
Dividetelo in panetti di circa 90 g ciascuno.
Stendetelo con le mani fono a formare un cerchio di corca 12-15 cm di diametro.
Riempitelo con il composto di zucchine e ricotta e chiudetelo a mezzaluna.
A questo punto avete due opzioni:
a. Se non li cuocete subito potete congelarli, tirarli fuori due ore prima e cuocerli in una padella antiaderente oppure in forno.
b. Oppure potete cuocerli al momento in una padella antiaderente bem calda per due minuti circa ada una parte e dall’altra.

panzerotti, street food, torta al testo

 

Antipasti

Morbido di cavolo nero con cuore di Emmentaler

antipasto, tortino di cavolo nero,

Scoprire la differenza tra Emmentaler e Gruyère è stata una rivelazione. Da noi il “groviera” è sempre stato il formaggio con i buchi, e invece ti scopro che il Gruyère, quello vero di buchi non ne ha nemmeno uno, ha invece una pasta dura e compatta con un gusto intenso e inequivocabile.

E’ invece l‘Emmentaler il famoso formaggio con i buchi che vengono creati dalla anidride carbonica che si sviluppa durante il periodo della stagionatura, è perfetto da gustare a freddo, ma nella mia ricetta è stato ottimo anche in compagnia di ingredienti caldi.

 

emmentaler scritto

Ingredienti per 8 pirottini monoporzione in alluminio:

400 g di cavolo nero già lessato

400 g di besciamella

2 albumi

100 g di emmentaler svizzero dop

noce moscata q.b.

sale marino integrale q.b.

olio evo

1 spicchio di aglio

 

 

emmentaler-2

Preparazione:

Dopo aver lessato il cavolo, tagliatelo a listarelle abbastanza sottili e insaporitelo in padella con poco olio, uno spicchio di aglio e un pizzico di sale.

Laciatelo freddare e frullatelo con il mixer o il minipimer, aggiungete la besciamella e   gli albumi, aggiustate di sale e aggiungete una buona grattata di noce moscata.

Amalgamate bene il composto e dopo avere unto con del burro i pirottini riempiteli  fino a metà, aggiungete l’emmentaler a quadratini e coprite la restante parte con il composto di cavolo nero.

Infornate a 200° per circa 20 minuti circa, sformare e e servire caldi.

 

emmentaler-4

Con questa ricetta partecipo al contest dei Formaggi svizzeri in collaborazione con il blog di Peperoni e Patate: noiCHEESEchiamo.

 

logo-formaggi-svizzeri-2014

 

Antipasti

Gruyère marinato con cipolle e prezzemolo

gruyère marinato, sott'oli,

 Non sono una grande sostenitrice dei salumi, ma sono pur sempre toscana e tutto ciò che sia abbina con loro alla perfezione ha in me un richiamo primitivo.

Inutile girarci intorno, l’antipasto tipico da noi è così, salumi, formaggio e sott’oli, aggiungiamoci una bruschettina con l’olio nuovo ed il piatto è completo. Togliamo per una volta il pecorino e aggiungiamo il sapore dolce e intenso del Gruyère dop.

E visto che ci piace tanto riempire la dispensa di tanti barattolini in vetro colorati, perchè non proviamo a marinare il gruyère?

Funghetti, cetriolini, carciofini e perchè no…il Gruyière, nel mio caso accompagnato dal sapore inebriante delle cipolle e del prezzemolo ed il nostro antipasto è servito!
gruyere marinato

Ingredienti:

400 g di gruyère

2 cipolle rosse medie

olio evo

prezzemolo

sale marino integrale

 

gruyere-4

Preparazione:

Tagliare la cipolla a fettine sottili, metterla in una padella con poco olio e dell’acqua (2 o 3 cucchiai) e farla cuocere a fuoco lento in modo che non soffriggerla, aggiustare di sale e continuare a cuocere fino a che l’acqua non si è completamente ritirata e le cipolle appassite.

Tagliare il gruyère a quadatini di circa 1 cm. Sistemarli in un barattolo a chiusura ermetica alternandolo ad  uno strato di cipolle e del prezzemolo fresco.

Coprite con olio extravergine di oliva  e conservare in frigorifero, in questo modo si può conservare per almeno 30 giorni.

Servire a temperatura ambiente in crostini di pane abbrustoliti.

 

gruyere-5

Con questa ricetta partecipo al contest dei formaggi svizzeri dop in collaborazione con il blog: Peperoni e Patate

 

logo-formaggi-svizzeri-2014

 

Antipasti/ Finger Food

Finger food di ravioli al forno

ravioli, buffet, finger food

Quante volte vi capita di acquistare un ingrediente per una ricetta e poi quando dovete prepararla non avete più voglia di farla?

Bè a me piuttosto spesso…l’ultima volta è stata quando avevo deciso di preparare una lasagna ma poi ho deciso che avevo voglia di qualcosa di diverso.

Non avevo idea di come utilizzare la sfoglia fresca, potevo tagliarla e farci delle tagliatelline, oppure della pasta ripiena, ma siccome la pasta fresca cotta in forno nella parte in cui rimane croccante mi piace tantissimo, ho deciso di provare qualcosa di diverso.

E questa mancata lasagna è diventata un finger croccantissimo.

E visto che le feste si avvicinano, questa è un’ idea carina da gustare insieme ad un pò di bollicine e alle persone più care.

 

finger food, ravioli, primi piatti, antipaasto. buffet

I ravioli di lasagne possono tranquillamente essere preparati in anticipo e lasciati nella placca del forno fino al momento di passarli in forno e assaporarli…

 

ravioli, buffet, finger food

Ingredienti per 24 ravioli:

12 fogli di sfoglia fresca Pasta fresca Poggiolini

250 g di ricotta fresca

50 g di pisellini

50 g di pomodorini datterini

olio evo q.b.

sale marino integrale q.b.

origano siciliano q.b.

parmigiano q.b.

 

antipasto, primi piatti, ricette antipasti,

Preparazione:

Portare a bollore dell’acqua in una casseruola, salare ed immergere le sfoglie di pasta fresca, due o tre alla volta solo per pochi secondi, fino a che non raggiungono una consistenza morbida ma evitando che la pasta tenda a disfarsi.

In una padella con dell’olio saltare i pomodorini tagliati a dadini ed i pisellini, aggiungere il sale e insaporire con l’origano. Tenere da parte e lasciar raffreddare.

Schiacciare la ricotta fino a renderla una crema, e amalgamare con pisellini e pomodorini.

Tagliare la sfoglia fresca con un coppapasta della grandezza che preferite, mettere al centro un pò di crema di ricotta e chiudere a mezzaluna con l’aiuto di una forchetta.

Adagiare i ravioli in una placca con carta forno, spennelare la superfice dei ravioli conl’olio e grattugiare sopra il parmigiano.

Infornare a 180° per 15 – 20 minuti, servire caldissimi.

 

ricette natale, antipasto natale, finger food, verdure, ricotta

Con questa ricetta partecipo al contest di Architect of Taste:

 

 

babbo_small

 

Antipasti

Quiche con cipollotti e feta

tartellette di pasta briseé con cipollotti e feta

tartellette di pasta briseé con cipollotti e feta

 

I giorni passano talmente veloci che in men che non si dica arriva il fine settimana e poi ti svegli, e come per magia è di nuovo lunedì. E allora pensi, che cosa ho fatto in questi giorni in cui il tempo è volato? E ti rendi conto che in quei giorni in realtà non hai sprecato nemmeno un minuto.
Giornate piene intense con mille cose da fare e ti senti stanca ma felice per quelloo che hai realizzato.
Questi ultimi giorno li ho trascorsi ad organizzare il compeanno di Riccardo, in realtà non ho fatto tutto da sola perchè quando dobbiamo organizzare qualche festa io mia mamma e mia sorella diventiamo una squadra infallibile, anche senza stabilire a priori i vari compiti ormai siamo collaudate ed ecco che mia sorella mi arriva in aiuto quando io mi perdo nelle mille cose da fare e mi rimette in carreggiata mentre la mamma è bravissima a dare ordini a mio padre…prendi quello, sposta quell’altro, torna, vai. E allora …squadra che vince non si cambia…Ieri sera sono andata a dormire esausta, ma quando ti addormenti e hai ancora nelle orecchie il suono delle risate dei tuoi figli e li vedi addormentarsi con un sorriso di beatitudine in viso, non hai bisogno di altro.

tartellette di pasta briseé con cipollotti e feta

 

Ingredienti per circa 6 tartellette:

1 rotolo di pasta briseé già pronta

6 o 7 cipollotti freschi

150 gr di feta

150 ml di panna fresca

2 uova

sale

 

tartellette di pasta brisé con cipollotti e feta

 

 

Preparazione:

Iniziamo pulendo i cipollotti e mettendoli a bagno in acqua fredda per qualche minuto.

Scaldate due cuchiai di olio in una padella antiaderente, aggiugere i cipollotti tagliati a spicchi nel senso della lunghezza, quindi lasciarli stufare per qualche minuto aggiustarli di sale. Eventualmente unire qualche cucchiaio di acqua per evitare che asciughino troppo e tandano a bruciarsi.
Tagliate la feta a dadini e tenere da parte. Prendere la pasta briseé e rivestire gli stampini per le tartellette, a questo punto riempirli con feta e cipollotti (abbondante). Sbattete le uova in una ciotola e aggiungete la panna, aggiustatela di sale e versatela sopra le tartellette fino a coprire feta e cipollotti.

 

Infornare subito a 180° per 20 – 25 minuti.

 

Tartellette

 

Con questa ricetta partecipo al contest Ricette sotti l’ombrellone dei blog Peccato di Gola e Le nostre ricette di casa

 

banner-contest Giovanni

 

Antipasti/ Primi Piatti

Cous cous di verdure fresche e limone

Cous cous con verdure fresche e limone

Ho iniziato da pochi anni ad apprezzare il cous cous per lo più preparato come accompagnamento a succulente piatti di carne o pesce o verdure a seconda del luogo in cui viene utilizzato. Amo il cous cous, perchè è versatile …perfetto per accompagnare gli stufati di carne pesce o verdure, perciò ottimo in inverno, e quando arriva la bella stagione? Mica vorremo farcelo mancare!!

Le “insalate” di cous cous però mi rimanevano sempre un pò povere di sapore fino a che…non ho conosciuto il mio carissimo amico  e chef  Shady!! Da lui potete gustare il miglior cous cous di Arezzo e dintorni, complice le origini palestinesi del padre, e l’amore di Shady per le spezie le sue insalate sono ricchissime di gusto e sapore. E è proprio da lui che ho cercato di rubare i segreti di questa ricetta.

Semplice estiva veloce ma con un gusto ricchissimo, il limone diventa fondamentale nella preparazione di questo piatto che potete usare come accompagnameto oppure come piatto unico…

E come se fosse un caldo abbraccio dedico questo piatto a Shady e al fratello Tamer perchè nonostante i momenti più difficli non perdano mai il loro dolcissimo sorriso!!!

Cous cous con verdure fresche e limone

 

Ingredienti:

300 gr di cous cous

300 ml di acqua

1 limone

2 carote

1 costa di sedano

1 cetriolo

un ciuffo di prezzemolo

olio extravergine di oliva

sale marino integrale q.b.

 

cous cous al limone e verdure fresche

 

 

Misurate il cous cous con un bicchiere, meglio se graduato, e versatelo in una ciotola, poi misurate la stessa quantità di acqua, portatela a bollore e versatela sopra il cous cous. Copritelo per almeno cinque  minuti e lasciate che l’acqua ammorbidisca il cous cous.

Dopo di ché aggiungere due o tre cucchiai di olio e sgranate il cous cous con l’aiuto di una forchetta.

A questo punto aggiungete il limone tagliato a dadini, le carote il sedano ed il cetriolo, aggiustate di sale e spolverare con del prezzemolo fresco.

 

cous cous con limone e verdure fresche

 

 

 

CONSIGLIA Calamaro ripieno di Tabouleh alla greca