Browsing Tag:

arancia

Antipasti/ Primi Piatti

Cous cous in verde al profumo di arancia

ricette facili. cous cous. ricette cous cos

Come ogni anno anche quest’anno torna puntuale l’appuntamento con le Arance della Salute vendute in tutte le piazze italiane il 25 Gennaio prossimo.

Bellissima e lodevole iniziativa quella di acquistare le arance per finanziare la ricerca, ma vi siete chiesti come mai in queste occasioni vengono vendute le arance o le mele o le noci e non magari un pezzo di carne o i dolciumi che tanto amano i bambini?

Bè basta fermarsi un attimo per capirlo, perchè i cibi che ci proteggono sono proprio questi, arance mele noci e tanti altri, e non dobbiamo fermarci a mangiare quel chilo di arance che acquistiamo in questa occasione ma dobbiamo iniziare a farne il nostro stile di vita, seguendo la stagionalità degli ingredienti e aumentando frutta e verdura nei nostri menù giornalieri.

Questa è la mia ricetta preparata cone le buonissime arance siciliane per portare sulle nostre tavole una sferzata di ottima vitamina C.

Attenzione perchè questa preziosa vitamina che dovremmo assumenre in diverse ore della giornata è termolabile, significa che si distrugge con il calore, perciò il miglior modo di gustarla è  al naturale.

 

cous cous, piatti unici, finger food, ricetta economica, ricetta veloce

Questa ricetta è velocissiama semplicissima ma soprattutto tanto profumata e gustosa.

ricette facili. cous cous. ricette cous cos

Ingredienti per 4 persone:

250 g di cosu cous ( io ho utilizzato quello integrale)

200 g di spinaci già lessati

1 arancia non trattata

1 scalogno

olio extravergine di oliva q.b.

sale marino integrale q.b.

 

Cous cous arancia

Preparazione:

Mettere il cous cous in una ciotola, e aggiungere tre cucchiai di olio sgranandolo con l’aiuto di un cucchiaio.

Versare sopra il cosu cous la quantità di acua calda come descritto nella confezione e coprire per 5 minuti.

Quindi togliere il coperchio e sgranare di nuovo.

In una padella mettere un filo di olio e lo scalogno tagliato sottile, lasciar cuocere stando attenti a non farlo dorare troppo, aggiungere gli spinaci e salare. Quando saranno insaporiti, frullare con il minipimer e tenere da parte.

Nel frattempo grattare la scorza di arancia nel cous cous e aggiungere la crema di spinaci, aggiuatare di sale e ventualmente per ammorbidire la crema con del succo di arancia.

Dulcis in fundo ho completato la preparazione profumandola con il  fleur de sal agli agrumi della bravissima Francesca.

Potete servirlo come antipasto in bicchierini finger oppure come accompagnamento ad un secondo di carne o pesce, io me lo sono gustato semplicemente così!

cous cous spinaci 1

Accanto a questa ricetta metto anche i link delle altre ricette che potete trovare nel blogpreparate con l’arancia come ingrediente, date una sbirciatina anche qui:

Tortelli al pecorino con salsa all’arancia e noci

 

Tortelli pecorino 1

Risotto con finocchio, scorza d’arancia e squacquerone

 

Riso baldo

Insalata dicembrina

 

insalata 1

Crostata con marmellata di mandarini e ricotta

 

Crostata marmellata mandarini

La spremuta d’arancia

 

DSC_08601

 

Risi e Risotti

Risotto con finocchio scorza d’arancia e squaquerone

Riso baldo originario con finocchio scorze d'arancia e squaquerone

Ma quanto sono belli i fiori in primavera?

L’altro giorno passeggiando con Riccardo sono arrivata vicino al giardino di una mia vicina e davanti a me c’era uno spettacolo meraviglioso!! Addirittura, si certo perchè quando davanti a voi si para una peonia con una circonferanza di tre metri  e dei fiori enormi, stra stra carica di fiori, bè non ci sono veramente parole.

La signora che stava curando il giardino mi ha detto di entrare e insieme abbiamo ammirato questa meraviglia, poi molto gentilemente mi ha dato 5 bellissimi fiori, infatti come giustamente ha notato erano talmemte pesanti che rischiavano di rompere perfino i rami della pianta. Felicissima per questo inaspettato regalo mi dirigo di nuovo verso casa, ma mentre stò camminando sento una voce stridula dietro di me che mi intima di fermarmi all’istante.

Annichilita mi volto piano piano e mi trovo davanti la proprietaria che sputava fuoco da tutte le parti, con la minaccia di denunciarmi se mi fossi azzardata di nuovo a ruberle i fiori, così spiegandogli che i fiori mi erano stati donati dalla signora che curava il giardino sono tornata a casa mesta mesta, però il bottino me lo sono portato a casa, che ne dite, né valeva la pena?

 

Peonia 3

 

La ricetta di oggi l’ho prepararta con il riso baldo originario che mi ha gentilmente inviato la Riserva San Massimo e devo dire che nonostante sia un tipo di riso che considerano più adatto per minestre il risultato è stato ottimo.

 

Risotto al finocchio con scorza d'arancia e mantecato alla stracchino

Ingredienti per 4 persone:

320 gr di riso baldo originario

2 finocchi

la scorza di un’arancia non trattata

100 gr di stracchino squaquerone

1 noce di burro

1/2 scalogno

sale marino integrale q.b.

1 litro di brodo vegetale

Riso baldo originario con finocchio scorze d'arancia e squaquerone

 

Preparazione:

Pelare le arance con un pelapatate cercando di non prendere la parte bianca. Tagliale a listelline sottili e sbollentarle in acqua per 7-8 minuti. Ripetere l’operazione 3 volte, dopodichè freddare e tenere da parte. Questa operazione serve per eliminare la parte amara della scorza.

A questo punto pulire e lavare i finocchi, tagliarli sottilmente e metterli in una padella con un filo di olio, facendoli saltare per qualche minuto. Aggiustarli di sale e tenerli da parte.

Intanto in una casseruola scaldare una noce di burro e far imbiondire lo scalogno tagliato sottilmente, quindi aggiungere il riso e farlo tostare per un a paio di minuti. A questo punto sfumatelo con del vino bianco e iniziate ad aggiungere il brodo vegetale in abbondanza. Cuocere il riso a fiamma vivace, facendo attenzione che non si asciughi troppo. Quando la cottura è quasi ultimata, aggiungere il finocchio spadellato e completare la cottura. Spegnere la fiamma aggiungere le scorzette d’arancia e mantecare con lo squaquerone.

 

Risotto con finocchio arancia e squaquerone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Primi Piatti

Tortelli al pecorino con salsa all’arancia e noci

tortelli pecorino, ricetta facile, primi piatti, pasta ripiena,

Ciao a tutti, oggi vi parlo della mia nuova collaborazione con Pasta Fresca Poggiolini, un azienda che nasce ad Arezzo come bottega artigiana a conduzione familiare, dove l’attenzione per il prodotto e la qualità sono stati la chiave del successo.

Con gli anni l’azienda si è ampliata ma la cura e la qualità del prodotto sono rimasti quelli di un tempo.

La pasta che ho pensato di preparare è velocissima riesce a conciliare il poco tempo che abbiamo a disposizione e la possibilità di creare in quattro e quattr’otto un piatto dal gusto inconfondibile.

Il sapore ed il profumo dell’arancia si sposa benissimo con il gusto intenso dei tortelli di pecorino.

 

Tortelli pecorino

 

Ingredienti per 4 persone:

500 gr di Tortelli di pecorino Pasta Fresca Poggiolini

scorza di un arancia non trattata tagliata a julienne

1 mela tagliata a dadini

succo di un arancia

1 noce di burro

1 2 foglie di salvia

1 spicchio di limone

sale marino integrale q.b.

preparazione:

Iniziate tagliando la scorza dell’arancia stando attenti a non prendere la parte bianca, poi spremere il succo dell’arancia e tenere da parte.

Intanto scaladare la noce di burro in padella, aggiugere la mela tagliata a dadini piccoli, e lasciare che si insaporisca. Aggiungere il sale e il succo dell’arancia, lasciar cuocere giusto 2 minuti. Lessare i  tortelli in abbondante acqua salata, si cuociono veramente in 2 minuti, quindi versarli nella padella e saltarli con la salsa dove abbiamo aggiunto le foglioline di salvia. Adagiare nei piatti da portata e guarnire con le scorzette d’arancia le noci tritate, due o tre gocce di limone e pepe nero macinato al momento.

 

tortelli

 

Verdure

Insalata dicembrina

insalata mista, insalata delle feste, insalata di natale, senza cottura, light, vegan,

Avete idea della fatica che si fa per far mangiare un pò di sana fresca e gustosa insalata alle persone che ti stanno vicino? Bè per me il primo scoglio sono i bambini, e allora mi metto all’opera con creme vellutate e spremute.

Ancora peggio quando si parla di genitori…soprattutto per mio padre sembra che quell’ingenua insalatina abbia le spine come le rose, e allora anche in questo caso mi devo inventare di tutto, perché quando assapora l’insalata abbia la sensazione di mangiare qualcosa di molto più sostanzioso gustoso e succulento.

Ebbene grazie alla bontà degli ingredienti che si trovano nel mercato in questo periodo dell’anno e un po di fantasia la mia insalata natalizia è stata all’altezza delle aspettative.

 

Ingredienti per 4 persone:

 

500 g di insalata valerianella

2 topinambur

10-12 datteri

semi di sesamo q.b.

q.b. olio extravergine di oliva

q.b. sale marino integrale

1 arancia navelis

 

Lavare la valeriana, asciugarla nella centrifuga per insalata e metterla in una ciotola capiente.

Aggiungere il topinambur pelato e tagliato a fettine sottili, i datteri i semi di sesamo e condire con un pizzico di sale e un filo di olio.

Spremere metà arancia e versarla sopra l’insalata, decorare il piatto con le fettine di arancia rimanenti.

 

 

CONSIGLIA Calamaro ripieno di Tabouleh alla greca