Browsing Tag:

dessert

Dolci

Fluffosa ai lamponi

La Fluffosa ai lamponi è una variante della ormai nota Chiffon cake, la famosa ciambella americana, altissima e sofficissima.

La bontà e la velocità di realizzazione di questa gustosa torta ha conquistato il mondo del web per poi approdare nel libro di Monica zacchia ” Le Fluffose” che scherzosamente ma giustamnete l’ha ribattezzata Fluffosa, proprio per la sua estrema morbidezza.

fluffosa ai lamponi, chiffon cake, fluffosa, ricami di pastafrolla, dolci colazione, bambini

La fluffosa potete prepararla ai gusti più svariati a seconda del vostro umore delle vostre preferenze  e a seconda della stagione.

Se siete cuorisi nel mio blog trovate anche la versione al cioccolato o alle pesche gialle.

Intanto vi lascio questa versione estiva fresca e ricchissima di gusto.

festa compleanno, fluffosa, lamponi, dolci lamponi, emanuela martinelli

Ingredienti:

280 g di zucchero

280 g farina tipo 1

7 uova

120 ml di olio di semi di girasole

200 g polpa di lamponi

60 ml di acqua

1 bustina di lievito per dolci

200 g di coccolato bianco

100 ml di panna fresca

100 g di fragole e lamponi

Preparazione:

Prendete i lamponi lavati e metteteli nel bicchiere dl mixer, frullate bene e riduceteli a d una crema omogenea e senza grumi, aggiungete il succo di metà limone quindi mettete da parte.

In una ciotola riunite la farina lo zucchero e il lievito.

Formate una fontana e al centro versate in ordine, la polpa di lamponi, i tuorli, l’olio e l’acqua

Montate a neve ben ferma gli albumi.

Con una frustina amalgamate bene gli ingredienti all’interno della ciotola (senza montare) quindi aggiungete gli albumi montati.

Versate il composto nello stampo da chiffon cake e infornate per 10 minuti a 170° e poi abbassate  a160° e continuate a cuocere per altri 55 minuti.

Una volat cotto capovolgetelo e lasciatelo raffreddare.

Dopo diverse ore (ormai freddo) potete sformarlo, magari aiutandovi nei bordi con l’aiuto di una coltello a lama sottile.

Sciogliete il cioccolato bianco a la panna a bagnomaria.

Versate la ganache sopra la torta e decorate con la frutta che preferite.

 

dolce bloggalline, lamponi, festa compleanno, festa bambini, merenda, dolce estivo, chiffon cake

 

 

Dolci

Tiramisù alle fragole: ricetta semplice e veloce

dolci al cucchiaio, dolci stivi, senza cottura, dolce fragole, dolci con la frutta, cena, dessert, buffet

Il Tiramisù alle fragole è una ricetta che profuma d’estate, di sole e di belle giornate all’aria aperta.

Vuoi le fragole, vuoi il lime, vuoi la freschezza della crema al formaggio, quando prepariamo questa ricetta non possiamo non pensare a pigre serate estive, ad una cena sotto la veranda con gli amici o ad una festa a bordo piscina.

I presupposti ci sono tutti e la voglia di sole ancora di più.

Vi lascio la mia ricetta sicura che non appena arriveranno le belle giornate saprete farne buon uso.

ricami di pastafrolla, tiramisù, ricette estate, frutta fresca,

Ingredienti per 6 persone:

400 g di panna fresca

250 g di formaggio fresco spalmabile

3 pacchettini di biscotti pavesini

2 lime

100 g di zucchero

500 g di fragole

250 g di frutti rossi (more lamponi ribes)

 

Preparazione:

Lavate le fragole e tagliatele a spicchi.

Mettetele in un ciotola e aggiungete due cucchiai di zucchero e il succo di un lime.

Lasciate macerare per almeno 1 ora.

Montate la panna insieme al formaggio spalmabile, aggiungete la restante parte di zucchero e la scorza di un lime grattugiata. ( Ricordatevi di lavare molto bene iil lime se non viene da coltivazioni biologiche).

Riprendere le fragole e versate il succo ottenuto in un piatto.

Preparate il tiramisù coprendo il fondo di una pirofila con uno strato di crema al formaggio.

Bagnate i  pavesini nel succo di fragole e componete un nuovo strato.

Coprite con la crema al formaggio, aggiungete parte delle fragole tagliate e continuate di nuovo con uno strato di pavesini e di nuovo la crema.

Concludete con uno strato di crema al formaggio e coprite con la restante frutta, fragole frutti rossi e qualche spicchio di lime.

 

senza forno, senza uova, idee buffet, compleanno,

Potete preparare il Tiramisù anche in monoporzione, all’interno di vasetti di vetro richiudibili, e diventerà il dolce ideale anche per i vostri pic nic all’aperto.

 

pavesini, dolce morbido. dolce da frigorifero, dolce freddo, dolce lime

 

Dolci

Frittelle di riso

fritte di riso, frittelle san giuseppe, ricami di pastafrolla,

Frittelle di riso, frittelle di San Giuseppe, frittelle per la festa del papà, voi come le chiamate?

Qua da noi si prepararno per la festa del papà ed in casa mia ne siamo tutti ghiotti.

Ovviamente come nelle migliori tradizioni, ogni famiglia ha la propria ricetta collaudata , c’è chi mette il lievito e chi invece non lo mette c’è chi mette l’alrchemens e chi no, insomma c’è l’imbarazzo della scelta, ma nella mia famiglia  si preparano così.

Inutile dire che anche se la ricetta è la stessa non riesco ad eguagliare quelle della mamma, ma si sa…come la mamma c’è solo la mamma.

dolci carnevale, dolci fritti, ricette regionali, ricette tradizionali

Comunque se vi fidate di me, e se siete curiosi di provare tantà bontà io la ricetta ve la lascio lo stesso e anche se non saranno perfette, state sicuri che i papà le ameranno comunque.

 

frittelle, riso, ricette riso, gluten free, senza glutine,

Ingredienti per circa 50 frittelle circa:

300 g di riso carnaroli

500 ml di latte

400 ml di acqua

8 cucchiai di zucchero semolato più altro per cospargere le frittelle

6 cucchiai di amido di mais

1/2 bustina di lievito per dolci

3 uova

scorza grattugiata di un limone non trattato

scorza grattugiata di un arancia non trattata

1/2 baccello di vaniglia

1l di olio di semi di arachidi

 

Preparazione:

La sera prima mettete in una casseruola il riso l’acqua, il latte, la vaniglia, le scorze degli agrumi e lo zucchero.

Portate ad ebollizione, quindi abbassate la fiamma e cuocete fino a che il liquido si è ben assorbito.

State attenti a non far asciugare troppo il riso, per cui appena vedete che latte e acqua si stanno assorbendo spegnete la fiamma e lasciate il riso coperto per circa 30 minuti, quindi mettetelo in frigo a raffreddare fino al giorno dopo.

Toglite il riso dal frigo e mettetetelo in una ciotola capiente, aggiungete le uova, la fecola di patate ed il lievito.

Amalgamate con una spatola.

Il composto deve essere consistente ma mordido.

Lasciate riposare il composto a temperatuta ambiente.

Intanto in una padella con i bordi alti mettete l’olio di arachidi.

Se la padella è molto capiente potete metterlo tutto in una volta, invece se la padella è più piccola verstatene la prima metà, e quando sarà ormai stanco buttatelo, pulite bene la padella e rimettte quello nuovo (io vi consiglio la seconda versione).

Portate lìolio alla temperatura di circa 150° e iniziate ad immergere le fritelle preparate con un due cucchiai.

La temperatura dell’olio dovrebbe rimanere costante o comunque nel nostro caso non salire troppo perchè le frittelle hanno bisogno di cuocere anche all’interno e se la temperatura sale troppo rischiate di annerirle velocemente ma dentro rimarranno crude.

Vi consiglio di fare la prova con una prima frittella per poi proseguire con le altre.

Quando avranno assunto un bel colore dorato scolatele, mettetele in un piatto e cospargetele di zucchero semolato.

 

carnaroli, merenda, fine pasto, tradizione, frittelle, san giuaseppe

Dolci

Mezzelune dolci alla marmellata

ricami di pastafrolla, biscotti, ora del tè, pasticceria, marmellata,

Le mezzelune alla marmellata sono dei pasticcini velocissimi da preparare, semplicissimi e soprattutto amati da grandi e piccini.

Il loro sapore semplice (preparati con solo farina burro e yogurt) viene esaltato dal profumo e dalla dolcezza della marmellata.

Io ho utilizzato albicocche e pistacchi tritati ma voi potete farcirli come preferite: fragole lamponi e crema di nocciole, a voi la scelta.

Gustateli insieme ad una tazza di tè verso le cinque di pomerggio, sono un ottimo fine pasto perché non appesantistico e sono perfetti per le colazioni abbondanti dei bambini.

Potete conservarli per qualche giorno in un contenitore di latta.

 

buffet, ricami di pastafrolla, ricette marmellate, pic nic,

Ingredienti per 36 pasticcini:

250 g di farina tipo 1

100 g di burro

1 vasetto di yogurt bianco

2 cucchiaio di marmellata di albicocche

pistacchi tritati q.b.

 

Preparazione:

Mettete nel mixer  la farina insieme al burro a temperatura ambiente a tagliato a pezzetti.

Aggiungete lo yogurt e iniziate a girare fino a che si sarà formato un panetto consistente.

Toglietelo dal mixer e lavoratelo con le mani giusto due minuti, così da amalgamare bene gli ingredienti.

Avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetelo in frigo a riposare per circa 30 minuti.

Riprendete la pasta e tiratela abbastanza sottilmente con il mattarello.

Eventualmente spolveratela di farina nel caso sia necessario.

Con un coppa pasta di circa 8 cm di diametro tagliate tanti cerchi.

La pasta rimanente lavoratela nuovamente lasciatela riposare, tiratela e tagliatela di nuovo fin ad esaurimento.

In ogni cerchio mettete una piccola quantità di marmellata (ovviamente il gusto che preferite).

Richiudete il cerchio su se stesso formando così una mezzaluna.

Sigillate le estremità con una forchetta.

Se la pasta dovesse risultare troppo asciutta passate i bordi con un pennellino imbevuto di acqua.

Una volta terminate le mezzelune posizionatele in una placca rivestita di carta forno e cuocetele a 170° per circa 15 minuti.

Spolverate di zucchero a velo e servite i vostri pasticcini,  sono ottimi sia caldi che freddi.

dolci semplici, senza uova, pasta matta, yogurt, dolci allo yogurt

Dolci

Fluffosa al cioccolato

ricami di pastafrolla, dolce facile feste bambini, ricette americane

La Fluffosa al cioccolato è la versione dark della classica chiffon cake.

L’avevo già provata in versione estiva con la Fluffosa alle pesche gialle, poi quella più invernale al caffè d’orzo, e adesso arriva quella preferita dai miei bambini, quella al cioccolato.

Credevo che l’aggiunta del cacao avrebbe diminuito la sofficità di questo dolce versatile e buonissimo, invece anche questa versione mi ha sorpreso positivamente, perché state certi che la vostra fluffosa flufferà sempre!

fluffosa, ciambella, ciambella americana, chiffon cake, cioccolato

 

Ingredienti per uno stampo da 25 cm:

240 g di farina tipo 1

280 g di zucchero

40 g di cacao amaro in polvere

7 uova bio

210 ml di acqua

120 ml di olio di arachidi

semi di vaniglia q.b.

1 bustina di lievito

1 pizzico di sale

Preparazione:

In una ciotola capiente mettete insieme la farina lo zucchero, il cacao, il lievito il sale e i semi di metà baccello di vaniglia.

Con una frustina amalgamate gli ingredienti in modo da sciogliere tutti igrumi che si possono formare.

Aggiungete nell’ordine i tuorli, l’acqua e l’olio senza mescolarli.

Intanto montate a neve ben ferma gli albumi.

Con una spatola amalgamate gli ingredienti solidi con i liquidi, quindi aggiungete gli albumi poco alla volta cercando di non smontarli.

Prendete il vostro stampo e versate il composto (nello stampo della chiffon cake non è necessario ungere lo stampo).

Mettete in forno e cuocete 10 minuti a 175° e 55 minuti a 165°.

Una volta cotta capovolgete la torta fino a raffreddamento, quindi sfornatela eventualmente aiutandovi con un coltello affilato.

Decorate la vostra fluffosa come preferite.

Io ho aggiunto panna fresca leggermente zuccherata e fragole.

ricami di pastafrolla, dolci, fragole, panna, cioccolato, merenda

La vostra ciambella si manterrà sofficissima anche dopo qualche giorno perciò non preoccupatevi se lo stampo è grande, sarà perfetta per le colazioni di tutta la settimana.

 

dolce cioccolato, cacao, dolce veloce, dispensa, colazione, brekfast, cake,

Dolci

Krumiri

biscotti colazione, inzuppo, latte, merenda, biscotti da tè, ricami di pastafrolla

I Krumiri sono dei biscotti tipici della pasticceria italiana, per la precisione nascono in Piemonte, dove una notte del 1878 Domenico Rossi creò questa magica alchimia di ingredienti facendo nascere così i famosi biscotti.

I Krumiri sono dei biscottini secchi che hanno pochi e semplici ingredienti, profumano di vaniglia , e si preparano veramente in pochissimo tempo.

 

krumiri, colazione, coffe break, spuntino, biscotti secchi,

Potete prepararli anche in casa e vi accompagneranno nelle vostre colazioni, all’ora del , nella cesta del pic nic e in ogni occasione in cui avrete voglia di sgranocchiare la bontà e la semplicità.

pasticcini, pasticceria, biscotti colazione, fatto in casa,

Ingredienti:

150 g di farina tipo 1
50 g di farina di mais
100 g di burro
80 g di zucchero
2 tuorli
1 uovo intero
semi di vaniglia q.b.

Preparazione:

In una ciotola unite lo zucchero e le uova, lavoratele bene con le fruste elettriche.
Aggiungete il burro sciolto a bagno maria, quindi unite le farine poco alla volta ed i semi di vaniglia.
Lavorate bene il composto, fino a che non risulta liscio e omogeneo.
Lasciatelo riposare fuori dal frigorifero per circa 1 ora coperto con un canovaccio umido.
Riprendete l’impasto e riempite una sac a poche con beccuccio a stella.
Foderate una teglia con la carta forno e formate i krumiri ricurvi della lunghezza di circa 8 cm.
Infornate a 200° , poi abbassate il forno a 180° per 15- 20 minuti.
Lasciate raffreddare i krumiri che si induriranno e gustateli come preferite.

 

 

ricami di pastafrolla, pasticcini , pasticceria da tè

Potete conservarli anche per più giorni chiusi in una scatola di latta, ma dubito che vi dureranno così tanto.

Buona giornata a tutti.

Dolci

Tartellette alla crema di ricotta e ribes

dolci san valentino, dolce veloce, ricotta, ribes, dolcetti,

San Valentino si o San Valentino no?

Voi da che parte state?

Io da quella di coloro che domani lo passeranno separarti dal marito, ma sicuramente insieme agli altri miei due amori.

Avrei voluto festeggiarlo qualche giorno prima in realtà, perché secondo me è un po come il Natale, “quando arriva, arriva!!!”

Invece altri mille imprevisti me lo hanno impedito, però sono una romantica e allora le mie tartellette di San Valentino le preparo lo stesso e le offro a tutti quello che dentro si se sentono di essere innamorati.

Innamorati del primo amore.

Innamorati dello stesso uomo da una vita.

Innamorati dei loro figli.

Innamorati delle stelle.

Innamorati dei loro cuccioli.

Innamorati della vita.

festa innamorati, san valentino, ricette san valentino, tartellette, pasta frolla, ,

Per festeggiarlo come meglio credete, vi lascio la ricetta di queste tartellette di pasta frolla con crema di ricotta e limone decorate con la bellezza dei ribes rossi.

Happy Valentines’Day!!

ricami di pastafrolla, dolci veloci, dolci estivi,

Pasta frolla per 24 – 28 tartellette circa:
300 g farina tipo 1
200 g di burro
120 g di zucchero
3 tuorli
scorza di 1/2 limone
1 pizzico di sale integrale
Crema alla ricotta:
300 g di ricotta fresca
150 g di panna fresca
3 cucchiai di zucchero
la scorza di 1 limone
ribes q.b.

Preparazione:
Nel mixer inserite la farina e il burro freddo tagliato a pezzetti.
Iniziate a frullare fino che diventa un composto sbriciolato.
Aggiungete lo zucchero, la scorza di limone, i tuorli e il pizzico di sale.
Azionate di nuovo il mixer fino a che il composto di addensa e si stacca dai bordi formando una massa unita. Ricordatevi di staccare il mixer per brevi periodi per per evitare che il composto si scaldi troppo.
Lavorate il panetto con le mani rendendolo omogeneo e avvolgetelo nella pellicola trasparente.
Lasciatelo in frigo a riposare per almeno 30 minuti.
Riprendete la pasta frolla e lavoratela qualche minuto per ammorbidirla quindi tiratela in una sfoglia di 3-4 mm di altezza con l’aiuto del mattarello.
Se dovesse attaccarsi potete spolverarla con qualche pizzico di farina.
Ungete con del burro e farina le tartellette e rivestitele con la pasta frolla.
Bucherellate bene con uno stuzzicadenti o con la forchetta non tralasciando nemmeno i bordi.
Infornate a 180° per circa 10 minuti.
Sfornate e lasciate raffreddare.
Preparate la crema di ricotta aggiungendo la panna fresca lo zucchero e la scorza di limone alla ricotta.
Amalgamate bene gli ingredienti, quindi disponetela sopra le tartellette con un sac a poche oppure aiutandovi con un cucchiaio.
Decorate a piacere con i ribes o la frutta che preferite

 

 

amici, rosso, valentines'day, dolci ricotta

 

Dolci

Pasticcini alla pasta di mandorle

pasta di mandorle, dolcetti mandorle, pasticcini, da tè, pasticceria secca

La pasticceria secca è da sempre uno dei miei spuntini preferiti.

Non c’è un momento adatto per gustarla, perchè per me ogni momento della giornata è assolutamente quello giusto.

Va benissimo la mattina per colazione, ideale con il tè del pomeriggio, ottimo come dopo pranzo, insomma li mangeri tranquillamente ad ogni ora della giornata.

Questi poi sono realizzati con la  frutta secca che amo tantissimo, mandorle con una spruzzata di pistacchi e si preparano veramente in pochissimo tempo.

pasticcini, ricami di pastafrolla, mandorle, light, senza burro, senza latticini, ricette dolci,

Preparatene un pò di più perchè i pasticcini alla pasta di mandorle si mantengono per più giorni in un barattolo di latta o in un contenitore di vetro.

 

dolci veloci, dolci da tè, amici, compleanno, party, dolci bambini,

Ingredienti:

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

200 g di farina di mandorle
50 g di farina di pistacchi
150 g di zucchero a velo
90 g di albumi
semi dii vaniglia q.b.

 

Preparazione:

Mettete le farine ed i semi di vaniglia nel cutter, aggiungete gli albumi e azionate il cutter fino a che non si sarà formata una pasta omogenea ( tipo pasta frolla).
Togliete il composto dal cutter che risulterà un pò appiccicoso.
Riempite una sac a poche con un beccuccio a forma di stella grande.
Formate dei pasticcini e distribuiteli in una placca con sopra della carta forno.
Decorateli con una mandorla o un pistacchio e mettete in frigo a riposare per almeno 1 ora.
Infornate a 150° per 15 minuti, togliete dal forno e lasciate raffreddare.

 

 

biscotti mandorle, veloci, ricette facili, sac a poche,

Per chi non avesse voglia di tirare fuori sac a poche e beccucci può realizzare  lo stesso i pasticcini formando della palline con le mani (spolverate di zucchero a velo per lavorare meglio la pasta), lasciandole riposare e cuocendole come abbiamo detto sopra.

 

Dolci

Torta cappuccino con mousse al tè Matcha

Ma voi il tè matcha l’avete mai provato?

Io ne ho tanto sentito parlare però qua da me non si trova per niente facilmente.

Ma come al solito le mie amiche foodies arrivano in soccorso e direttamente dalla Thailandia arriva la magica bustina verde.

Ovviamente a portarmela è stata Vaty e da lei ho preso l’ispirazione per questa torta.

O meglio da quei fantastici e bellissimi cappuccini a tè matcha che ogni volta condivideva con noi, così in attesa di andare a Milano e gustarmi un “Matcha Cappuccino” insieme a lei, ho deciso di ricrearne il gusto in una torta.

tè matcha, dessert, torta al caffè, dolci al cucchiaio,

Torta al cappuccino con mousse al tè Matcha
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Ingredienti
  • Torta al cappuccino:
  • 3 uova
  • 150 g di farina
  • 120 g di zucchero
  • 25 ml di panna
  • 70 ml di latte
  • ½ bustina di lievito per dolci
  • 30 ml di caffè espresso
  • Mousse al tè Matcha:
  • 250 g di panna fresca
  • 250 g di mascarpone
  • 100 g di zucchero
  • 20 g di tè matcha
Preparazione
  1. Preparazione:
  2. Separate i tuorli dagli albumi.
  3. Unite in una ciotola i liquidi, (tuorli, panna latte e caffè) ed in un'altra gli ingredienti in polvere (farina lievito zucchero).
  4. Unite gli ingredienti mescolando con una frustina.
  5. Amalgamateli e teneteli da parte.
  6. Montate gli albumi a neve ben ferma e uniteli al composto cercando di non smontarli.
  7. Versate in uno stampo da 20 cm e cuocete in forno a 180° per 40 minuti.
  8. Mettete a bagno in una ciotola di acqua fredda la colla di pesce.
  9. Versate in una ciotola il mascarpone il tè matcha e lo zucchero, e montate con l'aiuto di una frusta elettrica.
  10. In un pentolino versate poche gocce di panna liquida, aggiungete la colla di pesce ammorbidita e scioglietela a fuoco molto basso.
  11. Unitela al composto di mascarpone.
  12. A parte montate la panna semilucida, cioè deve essere cremosa ma non deve sgranarsi deve rimanere morbida.
  13. Unitela al composto e lasciatela riposare.
  14. Tagliate la torta a metà e lavoratela solo quando è fredda.
  15. Posizionate la prima metà in uno stampo a cerniera e rivestito ai bordi di pellicola trasparente.
  16. Versate sopra una parte della mousse al tè matcha e coprite con la restante parte di torta.
  17. Coprite con la mousse e decorate a piacere.
  18. Mettete in frigo a raffreddare per 2 o 3 ore.
  19. Sformatela e servite.

 

 

dolcii, mousse al tè matcha, ricette matcha, ricette dolci, ricami di pastafrolla

A voi non mi resta che auguraevi buon dessert e fatemi separe se vi è piaciuta come è piaciuta a me.

A Vaty dico di nuovo grazie per questo favoloso e l’aspetto per un cin cin al più dolce dei Cappuccini matcha.

 

torta caffè, torta farcita, tè matcha, dessert, cena tra amici, menu cena,

Dolci

Torta della nonna

torta della nonna. dolci con la crema, ricette dolci, dolci con pasta frolla, dolci della domenica, cucinare, amici, ora del tè

La Torta della Nonna è il dolce tipico della Domenica.

Quello che si preparara quando si vuol far bella figura e quello che siamo certi incontrerà i gusti di tutti.

Un dolce semplice, un semplice guscio di pasta frolla che racchiude la bontà della crema pasticcera, ma nel complesso un abbinamento riuscitissimo!

 

torta della nonna, dolce crema, merenda,

Pasta frolla per uno stampo da 24 cm:
400 g di farina
200 g di zucchero
250 g di burro
2 uova
1 pizzico di sale
Crema pasticcera:
1/2 l di latte
100 g di zucchero
3 tuorli
25 g di farina
25 g di maizena
la scorza di 1/2 limone
Per la copertura:
1 albume
zucchero a velo q.b.
pinoli q.b.

Preparazione:

Preparate la pasta frolla lavorando per un minuto il burro freddo tagliato a pezzetti e la farina.
Quindi unite lo zucchero il sale e le uova.
Amalgamate bene gli ingredienti e formate un panetto.
Avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetelo in frigo a riposare per almeno 30 minuti.
Mettete a scaldare il latte con la scorza di limone.
Nel frattempo sbattete le uova con lo zucchero e unite le farine.
Versate parte del latte caldo sopra le uova e stemperate subito con una frusta.
Riportate tutto sopra il fornello e continuando a giarare portate ad ebollizione.
Quando la crema sarà pronta, spengete la fiamma, coprite la crema e mettetela in un luogo freddo a raffreddare.
Riprendete in mano la pasta frolla e dividetela in due parti.
La prima un pò più abbondante distendetela con il mattarello e rivestite uno stampo rivestito di carta forno salendo anche nei bordi.
Bucatela con la forchetta e copritela con la carta stagnola.
Se volete potete mettere sopra anche dei fagioli per tenerla bassa.
Cuocetela in forno per 10-12 minuti a 180°.
Togliete fagioli e carta stagnola e riempite il guscio di pasta frolla con la crema raffreddata.
Stendete un altro cechio di pasta frolla e disponetelo sopra facendo attenzione a sigillare bene i bordi.
Formate una croce al centro con un coltello, pennellate la superficie con l’albume sbattuto, spolverate con lo zucchero a velo e guarnite con i pinoli.
Mettete in forno a 180° per 35-40 miniti.
Sfornate la torta, lasciatela raffreddare almeno 30 minuti prima di servirla..

 

dolci, crema, dessert,

E quando pensi al dolce che profuma di casa non puoi non pensare alla Torta della Nonna.

Questa è la mia versione e non resta che augurarvi buon appetito.

 

ricami di pastafrolla, pasta frolla, crema al limone

Dolci

Japanese Cotton Cheesecake

dolce senza glutine, cotton cheesecake, torta soffice, colazione, merenda

La Japanese Cotton Cheesecake è la cugina dell’americanicissima Cheesecake.

Si differenzia però da quest’ultima per la consistenza che è molto più soffice e ricorda il sufflé, ma a differanza di quest’ultimo deve essere mangiata fredda.

Preparala non è difficile dovete solo avere qualche accortezza in più.

Per esempio la cottura a bagno maria è fondamentale per la morbidezza, e dovete lasciarla riposare in frigo una volta sformata perchè i sapori escano fuori e la struttura rimanga in forma.

Sformatela quando si sarà raffreddata e gustatela come preferite.

Io amo gustarla insieme ad un coulis di frutta o della semplice e dolcissima frutta fresca.

 

japanese cheesecake, dolce gluten free, dolce soffice, cheesecake

Japanese Cotton Cheesecake
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Ingredienti
  • 4 uova
  • 250 ml di latte
  • 250 g di formaggio spalmabile ( io ho utilizzato la Robiola)
  • 80 g di zucchero
  • 50 g di maizena
  • semi di vaniglia q.b.
  • fragole q.b.
  • frutti di bosco q.b.
Preparazione
  1. Separate i tuorli dagli albumi.
  2. Unite lo zucchero agli albumi e montateli a neve ferma, devono risultare lucidi e consistenti.
  3. Sbattete i tuorli, aggiungete la maizena il latte e il formaggio e i semi di vaniglia.
  4. Alla crema di uova unite gli albumi montati facendo attenzione a non smontare il composto.
  5. Foderate uno stampo a cernira di circa 22 cm con della carta forno e ricopritelo esternamente con la carta stagnola.
  6. Versate il composto e cuocete in forno a bagno maria per alemno 1 ora alla temperatura di circa 160°.
  7. Togliete dal forno e dal bagno maria, buttate la carta stagnola e mettete in frigo a raffreddare.
  8. Sformate la torta in un piatto da portata, guarnitela con la frutta fresca o della morbida salsa alle fragole.

 

 

japanese cotton cheesecake, dolci senza glutine,

La ricetta che trovate qui è quella della bravissima Francesca del blog Maccaroni reflex, io ho solo sostituto la farina con la mainzena, così che la nostra cheesecake posssa essere gustata anche gli intolleranti al glutine.

 

Un saluto a tutti.

 

 

dolce leggero, dolce con la frutta, dolce al limone

 

Dolci

Sachertorte

sacher, ricetta dolce cioccolato

La Sacher Torte non ha bisogno di presentazioni.

Tutti la conosciamo e non possiamo non  amarla.

Ho sempre pensato che prepararla fosse difficilissimo in realtà serve solo un pò di tempo e qualche accortezza.

La Sacher, è una torta che non ha bisogno di essere bagnata, perchè di per sé rimane umida e morbida.

Uno strato di marmellata di albicocche al suo interno la rende ancora più deliziosa e la ganache di cioccolato fondente completa la torta.

Vi consiglio di servirla accompagnata da un ciuffetto di panna montata, per risaltatare ancora di più il gusto intenso del cioccolato.

Mi raccomando utilizzate cacao amaro di buona qualità e un cioccolato fondente almeno al 70%.

 

sachertorte, torta al cioccolato, dolci austriaci,

 

dolce cioccolato, dolce cacao, ricetta sacher,

 

Sachertorte
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 1h 10m
 
Ingredienti
  • 5 uova
  • 60 g di cacao amaro
  • 90 g di farina
  • 125 g di zucchero
  • 110 ml di olio
  • 5 g di lievito
  • 1 barattolo di marmellata di albicocche
  • 125 g di cioccolato fondente
  • 125 ml di panna fresca
Preparazione
  1. Separate i tuorli dagli albumi.
  2. Montate a neve questi ultimi e teneteli da parte.
  3. In una ciotola riunite i tuorli e lo zucchero e montateli fino a che diventano chiari e spumosi.
  4. Inserite il gancio a foglia nella planetaria ed iniziate ad aggiungete alternativamente, l'olio e le polveri setacciate (farina cacao e lievito).
  5. Una volta amalgamate unite anche gli albumi cercando di non smontare il composto.
  6. Versatelo in uno stampo di circa 22 cm e cuocetelo in forno a 180° per circa 45-50 minuti a forno statico.
  7. Una volta raffreddata tagliatela a metà e livellate la parte superiore.
  8. Stendete uno strato di marmellata di albicocche a metà e unella parte superiore della torta.
  9. Preparate una ganache facendo sciogliere il cioccolato fondente insieme alla panna, a fuoco molto basso.
  10. Verstaelo sopra la torta formando cos' la vostra copertura.
  11. Fatela raffreddare e servitela.

 

ricami di pastafrolla, sachertorte, sacher torte, torta cioccolato

So che è lunedì, ma io ce l’ho messa tutta per addolcirvi la settimana.

Un abbraccio

Emanuela

Dolci

Creme brulée alla vaniglia

creme brulèe, dolci al cucchiaio, san valentino,

E finalmente anche quest’anno la primavera è arrivata.

Da noi con un pò di alti e bassi, ma per il momento ci accontentiamo.

I piumini sono già stati lavati, l’armadio si sta alleggerendo e ovviamente anche  nostri menù e le nostre tavole non possono che trovare ispirazione nella stagione della rinascita.

Inevitabilmente spuntano come violette i miei colori preferiti: rosa verde azzurro, rigorosamente Pastello!!

Adoro questi colori che ricordano proprio la primavera, leggeri e soffici esattamente come la mia creme brulée.

Perciò intanto prepariamo la ricetta e dopo apparecchiamo la tavola.

 

creme brulée, tavole dalani, vaniglia,

 

Creme brulée alla vaniglia
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 6
 
Ingredienti
  • 200 g di tuorli
  • 150 g di zucchero
  • 250 ml di panna
  • 250 ml di latte
  • 1 stecca di vaniglia
  • 3-4 cucchiai di zucchero di canna scuro
Preparazione
  1. Scaldate il latte con la panna, aggiungete la stecca di vaniglia e lasciate in infusione almeno 1 ora.
  2. Sbattete bene i tuorli con lo zucchero.
  3. Versate i tuorli nel latte e panna e togliete la vaniglia.
  4. Riportate nel fuoco continuando a girare fino a che il composto diventa più denso.
  5. Attenzione la creme brulée non deve bollire, non può superare gli 82-84° altrimenti le uova si stracciano.
  6. Raggiunta la consistenza porzionate la crema nei vostri pirottini e cuocetela
  7. in forno a bagnomaria a 120° per circa 40 minuti.
  8. Una volta cotta mettetela in frigo a raffreddare.
  9. Toglietela poco prima di servirla.
  10. Cospargete la superficie con dello zucchero di canna e caramellate sotto il grill per qualche minuto oppure ancora più velocemente con l'apposito caramellizzatore.

 

 

dolci al cucchiaio, cremed brulée, ricamidipastafrolla,

 

E voi cosa aspettate ad immergervi nella primavera.

Io mi sono ispirata alla bellissima tavola di Dalani, questi ovviamente i colori che mi rispecchiano di più.

Voi che stile preferite, siete più marinari o country chic?

Insomma, se avete voglia di rinfrescare la vostra tavola vi consiglio di visitare il sito di Dalani oppure di godervi il video che ho caricato su come allestire la vostra tavola primaverile preferita.

 

tavola di primavera, dolci veloci,

 

tavola dalani, tavola di primavera,

 

Dolci

Arance caramellate in crosta di pasta fillo

dolci, frutta, ricette dolci facili

Questa ricetta è una di quelle da segnare tra le “Soluzioni dell’ultimo minuto”

Quando non avete previsto un dolce per la cena, quando avete ospiti all’improvviso o quando semplicemente avete voglia di coccolarvi un pò, arriva lei, la ricette sciué sciué.

Le arance caramellate in crosta di pasta fillo si preparano veramente in pochissimi minuti e gli ingredienti sono veramente pochissimi.

Le arance si trovano ancora per un pò e la pasta fillo potete acquistarla congelata tirarla fuori ala momento di utilizzarla.

Ho aggiunto un sottile strato di ricotta per rendere ancora più morbido questo dolcetto, ma se non l’avete non vi preoccupare, sarà comunque un successo.

dolci pasta fillo. dolci veloci, dolci con frutta

Arance caramellate in crosta di pasta fillo
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 35m
 
Ingredienti
  • 2 arance
  • 1 rotolo di pasta fillo
  • 50 g di burro
  • 150 g zucchero semolato
  • 250 g di ricotta
  • 50 g di granella di nocciole o di mandorle
  • zucchero a velo per spolverare
Preparazione
  1. Tagliate la pasta fillo in un rettangolo della grandezza della vostra teglia.
  2. Utilizzate metà fogli per la base e l'altra metà per coprire.
  3. Stendete il primo foglio sulla teglia rivestita di carta forno e pennelatelo con del burro fuso, aggiungere tutti gli altri fogli seguendo sempre lo stesso procedimento.
  4. Lavate bene e asciugate le arance non trattate.
  5. Affettatele finemente, quindi mettetele nella padella calda.
  6. Aggiungete 100 g di zucchero e caramellate le arance.
  7. Girandole un paio di volte.
  8. Lavorate la ricotta fino a ridurla in crema e disponetela sopra la pasta fillo.
  9. Coprite con le arance caramellate.
  10. A questo punto iniziate a coprire con i fogli rimanenti di pasta fillo, pennellandoli sempre con il burro.
  11. Spolverate la parte superiore con lo zucchero a velo e la granella di mandorle.
  12. Infornate a 200° per circa 15 minuti.

 

ricami di pastafrolla, ricetta veloce,

 

E’ un ottimo dessert dell’ultimo minuto, ma anche una sana colazione per i bambini e un’appetitosa a merenda.

Allora, non avete ancora iniziato a prepararla?

 

pasta fillo, ricette dolci, dolci arance,

 

CONSIGLIA Calamaro ripieno di Tabouleh alla greca