Browsing Tag:

ricotta

Secondi Piatti

Polpette di pollo e ricotta

ifoodstyle, ricami di pastafrolla, polpette,

Le polpette di pollo e ricotta sono una preparazione semplice e veloce da preparare.

E come tutte le ricette semplici sono molto amate dai bambini.

Potete prepararne in quantità e conservarle in freezer per quando ne avete bisogno.

Sono ideali per ogni occasione, dalla gita fuori porta alla cena con gli amici e perché no anche la festa di compleanno dei bambini.

La mia è la versione dal gusto delicato perché le ho preparate con pollo e ricotta, quindi carne bianca e formaggio legero

 

polpette di pollo, ricotta, ricette veloci, bambini, ricette economiche

 

Ingredienti per 4 persone:

400 g di petto di pollo macinato

125 g di ricotta di pecora

30 g di parmigiano

80 g di pane raffermo

2 uova

1 albume

Latte q.b.

1 spicchio di aglio

1 ciuffo di prezzemolo

Sale marino integrale q.b.

Pangrattato q.b.

½ l di olio di arachidi

Preparazione:

Mettete il pane raffermo e spezzettato in una ciotola e bagnatelo con metà  latte e acqua, fino a coprirlo.

Nel frattempo riunite in una boule, il macinato di pollo, la ricotta, il parmigiano grattugiato, le uova il sale e il battuto di prezzemolo e aglio.

Trascorsi 10 minuti strizzate bene il pane e aggiungetelo ai restanti ingredienti.

Amalgamate bene il composto e lasciatelo riposare in frigorifero per circa 30 minuti.

Formate delle palline di circa 40-50 g ciascuna, passatele nell’albume appena sbattuto e rotolatele nel pangrattato.

Proseguite fino ad esaurimento.

Prendete una padella coni bordi alti, portate l’olio a temperatura ( circa 170°) e friggete le polpette.

Servite calde.

 

carne bianca, ricetta bambini, ricetta ricotta ricetta riciclo,

 

La mia ricetta delle Polpette di Pollo e Ricotta la trovate anche nel numero 2 della nostra rivista IfoodStyle insieme a tante altre bellissime proposte, venite a trovarci!!!

Antipasti/ Verdure

Flan di asparagi

ricami di pastafrolla, ricette asparagi, ricette verdure, antipasti, amici, cena, menu pranzo pasqua,

Il Flan di asparagi è una ricetta stagionale, che vi consiglio di preprarare con gli asparagi freschi e se riuscite a trovarli con gli asparagi di bosco che sono ancora più ricchi di gusto.

Il tortino monoporzione secondo me è l’ideale per aprire una cena o un pranzo, leggero e appetitoso è una preparazione che riesce sempre a conquistare anche i commensali più esigenti.

E’ una ricetta molto semplice e che potete anche preparare in anticipo e poi cuocere al momento di servire la cena.

In questo periodo potete considerarla come  una  piacevole apertura  per il pranzo di Pasqua, ma potete prepararla anche in occasioni meno formali.

antipasto, verdure, vegetariano, pasqua, ricette primavera

Se preferite potete servire il Flan accompagnato da una salsa al parmigiano oppure insieme a qualche spicchio di uova sode e se volete renderlo ancora più ricco e raffinato, potete sorprendere i vostri ospiti con una gratta di tartufo. (In questo periodo si trova il Marzuolo o Bianchetto)

 

antipasto verdure, ricette pasqua, light, ricotta, ricette asparagi,

Ingredienti per 6 flan:

500 g di asparagi

500 g di ricotta di pecora

2 uova

50 g di parmigiano

sale integrale q.b.

noce moscata q.b.

oli extravergine di oliva q.b.

 

Preparazione:

Pulite e lavate gli asparagi.

Tagliate la parte bianca e sbollentateli per qualche minuto.

Non appena riuscite a bucarli bene con la forchetta scolateli e tagliate alcune punte tenendole da parte.

Tagliate la restante parte e frullatela con il minipimer fino a ridurla in crema.

In una ciotola mettete la ricotta, gli asparagi frullati, uova parmigiano sale e noce moscata.

Amalgamate bene gli ingredienti.

Ungete con dell’olio 6 pirottini di alluminio e riempiteli con l’impasto per 3/4.

Adagiateli in una pirofila da forno e aggiungete in quest’ultima dell’acqua fino a metà.

Mettete nel forno caldo e cuocete per 15 – 18 minuti a 180°.

Una volta cotti toglieteli dall’acqua a lasciateli riposare per un paio di minuti.

Quindi sformateli nel piatto da portata.

Decorateli con le punte di asparagi e servite.

ricami di pastafrolla, ricette di stagione,

Primi Piatti

Gnudi toscani

ricette della tradizione, primi vegetariani, tuscan recipe, ricami di pastafrolla, primi piatti,

 

Gli Gnudi Toscani o Gnudi fiorentini, quasi come tutte le ricette toscane sono una ricetta di riciclo.

Il nome stesso “Gnudi” appunto ci ricorda che aimé, non c’erano le uova per tirare la pasta.

Sempre detto che le migliori ricette sono quelle che vengono fuori quando siamo ai ferri corti.

Si perchè in realtà io questa ricetta l’adoro.

Ovviamente avrete capito che gli Gnudi non sono altro che il ripieno dei ravioli ricotta e spinaci ma senza il  loro bel vestito.

Noi abbiamo comunque cercato di renderli belli perchè ad essere buoni già ci pensano loro.

gnudi alla fiorentina, ricette toscane, ricamidipastafrolla

5.0 from 1 reviews
Gnudi toscani
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 1h 10m
 
Ingredienti
  • 500 gdi spinaci lessati
  • 500 g di ricotta di pecora
  • 100 g di farina tipo 1+ altri 50g
  • 2 uova
  • 50 g di parmigiano reggiano
  • noce moscata q.b.
  • sale marino integrale q.b.
  • 1 grattata di pepe
  • 50 ml di olio extravergine di oliva
  • 1 ciuffo di salvia
Preparazione
  1. Lessate gli spinaci, strizzateli benissimo, quindi batteteli al coltello molto bene.
  2. Quando saranno freddi aggiungete la ricotta 100 g di farina le uova e il parmigiano grattugiato.
  3. Qundi salate, pepate e grattate la noce moscata.
  4. Amalgamate bene il composto con una forchetta.
  5. Con l'aiuto di due cucchiai preparate delle palline abbastanza grandi, quindi rotolatele nella farina e gettatele in acqua bollente salata.
  6. Lasciate cuocere gli gnudi fino a che non vengono a galla, quindi continuate la cottura per altri 30 - 40 secondi.
  7. Prelevateli con la schiumarola e adagiataeli su in vassoio.
  8. In una padella capiente scaldate l'olio con un bel cuiffo di salvia e salate.
  9. A questo punto versate gli gnudi nella padella e fateli saltare uno o due minuti per insaporirli.
  10. Serviteli con un abbondante grattata di parmigiano.

 

 

ricette toscane, primi piatti verdure, vegetariano

Nota: Nella ricetta io ho proposto la stessa quantità di ricotta e spinaci, ma non c’è bisogno di essere così fiscali, le uniche due accortezze che dovete avere sono quelle di strizzare molto molto bene gli spinaci e di accertarvi che siano ben cotti prima di saltarli in padella.

ricette spinaci, ricette ricotta, pasta fatta in casa,

Intanto vi lascio assaggiare la versione semplice con olio e salvia, ma  non andate via pechè presto arrivaranno anche quelli gratinati.

Buona settiamana a a tutti!

Emanuela

 

Dolci

Torta di ricotta e pere al profumo di vinsanto

dolce, torta di pere, dolce colazione

La torta di pere e ricotta è quella che si prepara nel dopo cena quando ti alzi da tavola insoddisfatta perchè ti manca il dolcino per finire in bellezza.

Quando hai voglia di sentire il profumo che esce dal forno e ti invade la casa.

Quando hai voglia di sapori semplici e  puliti.

Quando hai voglia di qualcosa che ti ricordi chi sei.

 

torta pere, dolci ricotta, dolci tradizione

4.3 from 3 reviews
Torta di ricotta e pere al profumo di vinsanto
Emanuela Martinelli: 
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Stampo da 22 cm
Ingredienti
  • 2 uova
  • 150 g di zucchero
  • 200 g di farina tipo 1
  • 200 g di ricotta
  • ½ bustina di lievito
  • 50 ml di vinsanto
  • 4 pere di media grandezza
Preparazione
  1. Sbucciate le pere e tagliatele a spicchi, tenetele da parte.
  2. Rompete le uova nella ciotola della planetria, aggiungete lo zucchero e iniziate a montare il composto con la frusta fino a renderlo chiaro e spumoso.
  3. Aggiungete la ricotta e abbassate al minimo la velocità delle fruste. Amalagate bene la ricotta quindi aggiungete la farina stecciata con il lievito altenandola con il vinsanto.
  4. Utilizzate una spatola o un cucchiaio di legno lavorando il composto dal basso verso l'alto e cercate di non smontarlo.
  5. Aggiungete al composto una parte delle pere tagliate , versate in una teglia inburrata e cosparsa con dello zucchero e adagiate sopra le restanti pere.
  6. Cuocete in forno a 170° per almeno 55 minuti.
  7. Lasciar freddare prima di sformarla.

 

torta ricotta e pere-4La ricotta darà morbidezza al dolce e le pere aiuteranno a tenerla umida e soffice, ovviamente l’accompagnamento con il tè è il mio preferito ma potete abbinarla con tutto quello che vi piace di più…spremute, cappuccino o un espresso nero e forte.

dolce merenda, dolce pere,

 

Dolci

Crostata con ricotta marmellata e frutta secca

dolci da dispensa, colazione, merenda, crostata, dolci fatti in casa,

Sfoglio distrattamente una vecchia rivista, addirittura di qualche anno fa, e la mia attenzione viene inevitabilemente catturata a un dolce  che mi posso gustare insieme ad un tè bollente profumato di limone.

Ovviamente da perfetta foodblogger non posso semplicemente preparare la ricetta così come è stata scritta, ci mancherebbe altro, la studio per un pò, taglio qua, aggiungo là e mi metto al lavoro.

Siccome la frolla è pressochè uguale alla ricetta originale, do una sbirciata al giornale e distrattamente mi cade l’occhio sul nome dell’autrice e guarda un pò chi ti vedo Mamma papera s’ blog!!!

 Non ci sono dubbi che la ricetta sarebbe stata perfetta così com’era ma la smania di fare modifiche è unica, perciò ringrazio Ale per il bellissimo spunto e vi lascio la mia ricettina.

 

 Crostata ricotta e mandorle

Ingredienti per uno stampo da 28 cm:

Pastafrolla:

400 gr di farina tipo 2

125 gr di burro

180 gr di zucchero

1 uovo

1 cucchiaino scarso di cremor tartaro

2 o 3 cucchiai di vinsanto (in mancanza potete usare il latte)

50 gr di noci tritate

 

Ripieno:

400 gr di ricotta vaccina

1 barattolo di marmellata di albicocche ( o altro a piacere)

50 gr di mandorle tritate

1 albume

100 gr di zucchero

 

Crostata ricotta e mandorle-3

Preparazione:

Mettere tutti gli ingredienti (escluso le noci) per la pasta frolla nella planetaria e lavorare con la foglia fino a che si crea un panetto compatto.

Coprire con la carta velina e far riposare in frigorifero per circa 20 minuti.

Preparate la crema per il ripieno schiacciando la ricotta con lo zucchero, aggiungere la marmellata, le mandorle tritate e l’albume d’uovo. Tenete in fresco.

Rivestite uno stampo con carta forno oppure ungetelo con del burro e spolveratelo con la farina, tirate la pasta frolla con il mattarello e rivestite  lo stampo.

Bucate il fondo con la forchetta e riempitelo con la crema di ricotta.

Lavorate la pasta frolla avanzata con le noci tritate e sbricolatela sopra la crema.

Infornate la crostata per 30 minuti a 180°.

Crostata ricotta e mandorle-2

Verdure

Fiori di zucca ripieni

ricette light, fiori di zucca, antipasti,

In realtà questa ricetta l’ho preparata un bel pò di tempo fa, ma aimè, era rimasta in attesa che  avessi di nuovo voglia di mettermi a sedere davanti al computer.

E si sa, le vacanze sono più o meno finite, per me PROPRIO FINITE già da un pò, ma come dire, ultimamente mi sento un pò ….con poca voglia di fare qualsiasi cosa. Non che stia male per carità, ma avolte la pigrizia prende il sopravvento, poi piano piano riesco a tornare alla realtà e so che mai e poi mai potrei abbandonare il mio angolo di paradiso, perciò i miei fiori di zucca ripieni, quasi alla fine di un estate che ha solo fatto capolino, ve li pubblico adesso.

Buon appetito!

fiori zucca

Ingredienti:

12 Fiori di zucca freschissimi

250-300 ricotta vaccina

10-12 olive verdi

capperi q.b.

basilico q.b.

pinoli q.b.

pangrattato

sale marino integrale q.b.

olio evo

 

 

fiori zucca-4

 

Preparazione:

 

Lavare i fiori di zucca e togliere il pistillo che si trova al centro.

Mettreli ad asciugare sopra un panno pulito.

Preparare la crema aggiungendo alla ricotta le olive i capperi e il basilico tagliati grossolanamente.

Quindi aggiungere il sale e i pinoli.

Farcire i fiori si zucca e disporli in una teglia con della carta forno.

Irrirare i fiori con un filo di olio extravergine di oliv,a spolverare con il pangrattato e infornare per circa 20-25 minuti a 180°

 

 

fiori zucca-2

Antipasti/ Finger Food

Finger food di ravioli al forno

ravioli, buffet, finger food

Quante volte vi capita di acquistare un ingrediente per una ricetta e poi quando dovete prepararla non avete più voglia di farla?

Bè a me piuttosto spesso…l’ultima volta è stata quando avevo deciso di preparare una lasagna ma poi ho deciso che avevo voglia di qualcosa di diverso.

Non avevo idea di come utilizzare la sfoglia fresca, potevo tagliarla e farci delle tagliatelline, oppure della pasta ripiena, ma siccome la pasta fresca cotta in forno nella parte in cui rimane croccante mi piace tantissimo, ho deciso di provare qualcosa di diverso.

E questa mancata lasagna è diventata un finger croccantissimo.

E visto che le feste si avvicinano, questa è un’ idea carina da gustare insieme ad un pò di bollicine e alle persone più care.

 

finger food, ravioli, primi piatti, antipaasto. buffet

I ravioli di lasagne possono tranquillamente essere preparati in anticipo e lasciati nella placca del forno fino al momento di passarli in forno e assaporarli…

 

ravioli, buffet, finger food

Ingredienti per 24 ravioli:

12 fogli di sfoglia fresca Pasta fresca Poggiolini

250 g di ricotta fresca

50 g di pisellini

50 g di pomodorini datterini

olio evo q.b.

sale marino integrale q.b.

origano siciliano q.b.

parmigiano q.b.

 

antipasto, primi piatti, ricette antipasti,

Preparazione:

Portare a bollore dell’acqua in una casseruola, salare ed immergere le sfoglie di pasta fresca, due o tre alla volta solo per pochi secondi, fino a che non raggiungono una consistenza morbida ma evitando che la pasta tenda a disfarsi.

In una padella con dell’olio saltare i pomodorini tagliati a dadini ed i pisellini, aggiungere il sale e insaporire con l’origano. Tenere da parte e lasciar raffreddare.

Schiacciare la ricotta fino a renderla una crema, e amalgamare con pisellini e pomodorini.

Tagliare la sfoglia fresca con un coppapasta della grandezza che preferite, mettere al centro un pò di crema di ricotta e chiudere a mezzaluna con l’aiuto di una forchetta.

Adagiare i ravioli in una placca con carta forno, spennelare la superfice dei ravioli conl’olio e grattugiare sopra il parmigiano.

Infornare a 180° per 15 – 20 minuti, servire caldissimi.

 

ricette natale, antipasto natale, finger food, verdure, ricotta

Con questa ricetta partecipo al contest di Architect of Taste:

 

 

babbo_small

 

Finger Food

Bon bon di ricotta erbe aromatiche e olio extravergine di oliva

appetizer, aperitivo, antipasto, buffet, light,

Qualche tempo fa sbirciando qua e la nel web mi sono imbattuta in un blog che aveva proposto un finger simile al mio.

Mi sono incantata ad ammirare la foto ma non ho letto con precisione gli ingredienti.

Poi qualche giorno fa la ricotta avanzata dentro il frigorifero mi ha fatto tornare in mente quell’immagine che sono andata a ricercare ma che ovviamente non ho ritrovato.

Perciò chiedo scusa alla proprietaria del blog se non ho citato la fonte di provenienza ma proprio non me lo ricordo.

 

La ricetta stessa è simile nell’esecuzione e nella presenzaione che mi è piaciuta un sacco, poi per il resto ho fatto di testa mia.

 

antipasto, finger food, ricotta, erbe aromatiche, olio d'oliva I bon bon di ricotta sono perfetti per un aperitivo con gli amici una serata informale  o come antipasto sfizioso. Le erbe aromatiche danno un profumo incredibile alla ricotta e immancabile deve essere il giro di olio extravergine di oliva.

 

palline ricotta

Ingredienti per 12 bicchierini:

500 gr di ricotta (io ho usato una vaccina artigianale)

erba cipollina

basilico

timo

menta

sale marino integrale q.b.

pepe nero q.b.

olo extravergine di oliva

 

palline finger

La preparazione è molto semplice, prima di tutto preparate un battuto con le erbe aromatiche e tenete  da parte.

Setacciate la ricotta con la forchetta, aggiungere le erbe, il sale e il pepe.

Ungetevi le mani con un pò di olio e formate delle palline, disponetele in un vassoio una accanto alla altra e lasciate riposare in frigorifeo per una ora circa.

Al momento di servire disponente i bon bon dentro i bicchierini e non dimenticatevi di aggiungere un giro di olio extravergine di oliva.

 

palline erbe aromatiche

 

palline olio d'oliva

Primi Piatti

Ravioli con le ortiche

Ravioli, erbette, pasta fresca fatta in casa

L’anno scolastico sta per terminare e tutti in famiglia iniziamo a sentire la stanchezza di un intero anno alle spalle.

Sarà che finalmente le tanto sospirate vacanze si stanno per avvicinare, ma la mattina per mettermi in moto ci vuole veramente una gru che mi butti giù dal letto. La voglia di sole e di mare rendono queste giornate piovose ancora più pesanti.

Ma finalmente siamo arrivati al venerdì e due giorni di meritato riposo sono assolutamente necessari, riusciamo a trovare un po di tempo anche per tutto quello che abbiamo lasciato in sospeso durante la settimana.

Ed infatti proprio una di queste domeniche a casa dei miei genitori ho messo in moto mio padre per la raccolta dell’ortica. Sono onesta, non l’ho raccolta io!!! L’addetto è sempre lui, mio padre che sistematicamente non crede mai nella riuscita dei miei piatti…e invece anche questa volta si è dovuto ricredere perché i ravioli con l’ortica sono buonissimi.

Inoltre dovremmo imparare a mangiare di più la verdura selvatica ricchissima di sostanze preziose per la nostra salute. Ad esempio l’ortica è un ottimo rimineralizzante depurativo diuretico, è ricca di vitamia A, C e K e con un sacco di minerali preziosi per il nostro organismo. Per chi fosse un po più curioso metto il link  del sito cure naturali dove potete trovare un sacco di informazioni carine e curiosità  sull’ortica.

 

Ravioli, erbette, pasta fresca fatta in casa

Ingredienti per 6 persone:

 

Per i ravioli:

600 gr di farina tipo 2

6 uova fresche

 

Ripieno:

1kg di ricotta di pecora freschissima

600 di ortica di campo

q.b. noce moscata

q.b. parmigiano

q.b. sale marino integrale

 

Condimento:

1 mazzo di asparagi di bosco

una manciata abbondante di fave freschissime

1 spicchio di aglio

q.b. olio extravergine di oliva

q.b. sale marino integrale

pecorino stagionato q.b.

Ravioli ortica

Preparazione:

Per la preparazione della pasta fresca trovate il procedimento nel post dedicato alla preparazione della pasta all’uovo.

Nel frattempo con l’uso dei guanti per non irritarvi pulite l’ortica prendendo se possibile le foglie più giovani e tenere, lavatele abbondantemente sotto l’acqua corrente e mettetele a lessare in acqua bollente salata per qualche minuto. Scolatele, raffreddatele sotto l’acqua corrente fredda e mettetele a scolare in un colapasta. Strizzatele bene battetele finemente al coltello e aggiungetevi la ricotta anch’essa scolata, una manciata di parmigiano il sale e la noce moscata. Comonetei ravioli come descritto nella preparazione dei Tortelli di Patate.

Non ho messo l’uovo all’interno perché comunque se non fuoriesce dal raviolo non c’è la necessità di tenerlo insieme in modo consistente ed in questo modo ho alleggerito la ricetta.

Condimento:

Pulite gli asparagi e fateli scottare qualche minuto in acqua bollente ( è una pratica che con gli asparagi faccio sempre), dopodiché saltateli in una padella con un filo di olio e uno spicchio di aglio, aggiungete le fave sgusciate (a quelle più grosse ho tolto la parte più esterna), aggiustate di sale e spegnete la fiamma. Saltate i ravioli lessati nella padella aggiungendo se necessario un mestolo di acqua di cottura della pasta.

Servite con del pecorino grattugiato.

N.B. Se utilizzate subito i ravioli fateli bollire per qualche minuto e assicuratevi che la pasta sia cotta e saltateli immediatamente nella padella. Se li usate dopo qualche ora potete scottarli in acqua bollente e metterli stesi in una pirofila appena unta di olio, copriteli fino al momento dell’ uso oppure potete congelarli subito, tirarli fuori circa 30 minuti prima e lessarli al momento dell’uso.

 

 

ravioli ortica

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Cucchiaio e pentolone:  Cuciniamo con le foglie.

 

banner foglie

 

Dolci

Cake alla ricotta: ideale per la colazione

dolce colazione, ricotta, ricami di pastafrolla

Quando ho deciso di aprire il blog di cucina credevo che la cosa più difficile sarebbe stata quella di preparare le ricette, avevo paura di non avere il tempo per farne abbastanza o che non fossero buone abbastanza.

In realtà andando avanti mi ritrovo a pensare che intorno ad una semplice tortina alla ricotta come quella che ho preparato oggi ruota un mondo intero.

E’ già perchè io credevo che avrei preso la mia macchina fotografica avrei scattao la foto e via inserita nel blog…e invece, cosa ne sapevo di luci, temperature di colore diaframma obiettivi e come se non bastasse mi si è pure inceppato il dispositivo del pc per aprire le foto. Così ecco che arrivano questi fantasmagorici programmatori che mi illuminano dicemdomi che non devo togliere la card e inserirla nel pc, nooooo devo prendere un cavetto e fare il passaggio diretto. Ecco perchè sono stata un pò di tempo senza pubblicare, perchè queste benedette foto erano ben sigillate nella reflex e io non avevo idea di come farle uscire.

Perciò nella lista delle priorità tra i vari futuri corsi di cucina dovrò inserirne anche uno di  fotografia.

 

cake ricotta, dolce colazione, dolci facili, ricetta semplice dolci

Cake alla ricotta

 

Ingredienti per uno stampo da 22 cm:

3 uova intere

300 gr di ricotta

250 gr di farina

100 gr di zucchero

50 gr di miele  (io Millefiori biologico)

50 ml di latte

la scorza grattata di un limone

succo di mezzo limone

1/2 bustina di lievito per dolci

pinoli

 

dolce alla ricotta

Preparazione:

Versare le uova intere nella planetaria e  aggiungere lo zucchero ed il miele, montare fino a che non diventano chiare e spumose. Grattare la scorza di un limone intero e aggiungre il succo di metà limone A questo punto inserire la ricotta meglio se setacciata continuando a far giarare la planetaria ad una velocità molto bassa.

Aggiungere la farina ed il lievito setacciato alternandola a 50 gr di latte e ricordandovi di girare sempre dal basso verso l’altro per evitare di  smontare il composto.

Ungete uno stampo da 22 cm con del burro e della farina, versare il composto, decorarlo con dei pinoli o come più piace a voi e cuocerlo in forno già caldo a 180° per 40 minuti.

 

dolce ricotta, dolci senza burro, dolci facili, ricetta veloce

 

Con questa ricetta, partecipo al contest di IPasticcidiLuna sponsorizzato da Fotoregali, per la categoria dolci  Le ricette della carestia

 

contest_ipasticcidiluna_lericettedellacarestia2-503x751

 

 

Dolci

Crostata con marmellata di mandarini e ricotta

Crostata_marmellata_mandarini_ricotta_dolci

Questa crostata tanto semplice ha avuto un successo enorme. In realtà non è stato merito mio , ma della buonissima marmellata di mandarini di Ribera inviatami qualche settimana fa dai miei cari amici Contadini per Passione.

Ho ricevuto un pizzico di Sicilia racchiusa in dei succulenti barattolini di vetro….marmellata di pere coscia, arancia e mandarini, per non parlare della crema di mandorle e pistacchi!!!

Quando ho assaggiato il primo barattolino di marmellata di mandarini ho subito pensato che dovevo farci un dolce. Però doveva essere semplice ma che potesse racchiudere tutti i sapori e i promuni che scaturivano da tanta bontà. Allora ho pensato ad una crostata, ma volevo che la marmellata non sentisse troppo il calore per mantenere inalterato tutto il suo gusto, allora ho pensato di coprirla con uno strato morbido  e che si sposava perfettamente con questa delizia.

Dedico ovviamente questo dolce a Paolo, Kiko e Marco….e a tutta la Sicilia.

 

Crostata_marmellata_mandarini_ricotta_dolci

 

Ingredienti:

Pastafrolla per uno stampo  di 28 cm di diametro:

300 gr farina tipo 2

50 gr di farina di mandorle

125 gr di burro

125 gr di zucchero

2 uova

scorza di un limone grattugiata

1 pizzico di sale marino integrale

 

Ripieno:

1 barattolino di marmellata di mandarini dei Contadini per Passione

400 gr di ricotta di pecora

80 gr di zucchero

2 albumi

 

Crostata_dolci_mandarini_ricotta_ricette facili

 

Preparazione:

Preparate la pastafrolla come di solito, se avete la planetaria potete unire gli ingredienti   insieme e far lavorare la foglia ad una veolcità moderata fino a che il composto non si amalgama, altrimenti potete impastare a mano sopra una spianatoia di legno.

Lasciar riposare la pasta frolla almeno 1 ora in frigrifero avvolta nella pellicola trsparente. Intanto procedere lavorando la ricotta con lo zucchero e aggiungere gli albumi continuando a montare fino a che non ha raggiunto una consistenza cremosa.

Togliere la frolla dal frigorifero a stenderla un uno stampo del diametro di circa 28 cm. Adagiare sopra la pasta frolla bucherellata la marmellata di mandarini e sopra ancora stendere la crema di ricotta aiutandovi con un sac a poche, con o senza beccuccio come più desiderate.

Infornare a 180° per circa 30-35 minuti.

 

Crostata_mandarini_ricotta_dolci

Con questa ricetta partecipo al contest di Vivi in cucina: Risveglio al B &b.

 

contest risveglio al B & B

 

 

Antipasti/ Finger Food

Fagottini di pasta fillo con porri e ricotta

Fagottini_pasta fillo_ricotta_porri_antipasti_finger food

Ciao a tutti, Pasqua è alle porte e  nell’aria si respira già voglia di primavera, nella campagna gli alberi sono in  fiore, le giornate nonostante il cielo grigio sono più miti e quei pochi raggi di sole illuminano e scaldano subito l’aria.

La voglia di stare all’aria aperta a fare  passeggiate sotto il sole invade tutti noi. Vogliamo mettere via cappotti e piumini e fare posto ad abiti più leggeri, più colorati, in vista di un estate che aspettiamo con ansia.

I miei fagottini di pasta fillo con porri e ricotta nascono proprio dalla voglia di freschezza e leggerezza, ed è  assolutamemte in tema con i prossimi giorni, leggero e sfizioso può essere perfetto per la cena della vigilia, lo possiamo presentare  come antipasto per il pranzo di Pasqua all’insegna di un menù un pò più green e, dulcis in fundo è adattissimo per il pic nic di Pasquetta…allora cosa aspettate?

Prendete nota degli ingredienti e sbizzaritevi come più vi piace.

 

Fagottini_pasta fillo_ricotta_porri_antipasti_finger food

 

Ingredienti per 12 fagottini:

1 rotolo di pasta fillo

400 gr di ricotta freschissima (ricotta o vaccina a seconda dei vostri gusti)

4 porri (solo la parte bianca)

olio extra vergine di oliva q.b.

sale marino integrale q.b.

erba cipollina q.b.

Iniziamo stendendo la pasta fillo in una spianatoia e tagliandola a quadrati di 10 -12 cm.

Formiamo tre strati ricordandoci di pennellarla su tutti i lati con olio extravergine di oliva.

Intanto laviamo e tagliamo a rondelline sottili i porri e passiamoli in padella con un filo di olio, e lasciamoli andare per qualche minuto eventualmente aggiungendo un pò di acqua perchè non si attacchino. Aggiustare di sale ed aggiungere un pizzico di pepe nero macinato al momento. Aggiungere alla ricotta setacciata e formare una crema.

Mettere un cucchiaio di composto al centro della pasta fillo e chidere a saccottino.

Cuocere in forno a 180° fino a che la pasta non risulta dorata.

Guarnire con fili di erba cipollina e servire.

 

Fagottini_pasta fillo_roctta_porri_antipasti_finger food

 

 

Antipasti/ Verdure

Sformato di cavolo viola con crema di patate e briciole di pane

Sformato_cavolo_viola_crema patate_ briciole_antipasti

Il cavolo è una delle mie verdure preferite, mi piacciono tutte le varietà, ma proprio tutte, (esclusi i cavoletti di bruxelles)  perciò anche il cavolo viola che di solito mi gusto in una copiosa insalata condita con olio e limone. La mia passione non si limita però alle insalate, e nel periodo invernale mi piace utilizzare  queste  verdure  anche in  altre preparazioni.

Il cavolo viola poi si presta benissimo e  gioca a favore nostro anche il bellissimo colore naturale che rende il piatto ancora più invitante e curioso.

E’ vero che con la mente siamo già alle lunghissime e bellissime giornate primaverili, ma siccome la primavera stenta ancora a decollare io mi rannicchio sotto le morbide coperte e appago il palato con queto comfort food.

 

Sformato_cavolo_viola_crema patate_ briciole_antipasti

Ingredienti per lo sformato:

400 gr di cavolo viola

400 gr di ricotta fresca ( a voi la scelta se di pecora o vaccina, basta che sia di qualità)

2 uova

2 cucchiai di parmigiano

noce moscata q.b.

sale marino integrale q.b.

Crema di patate:

500 gr di patate lessate

olio extravergine di oliva

Briciole di pane:

1 manciata di capperi lavati (io avevo quelli sott’aceto)

1 ciuffo di prezzemolo

pangrattato q.b. (potete usare anche il pane indurito e grattugiato)

olio extravergine di oliva q.b.

sale marino integrale q.b.

preparazione:

Pulire il cavolo e tagliarlo a pezzi, farlo bollire per 5  o 6 minuti inacqua bollente salata. Toglierlo dall’acqua e passarlo subito in una ciotola con dell’acqua ghiacciata o con dei cubetti di ghiacchi, questo per far si che il colore rimanga intatto. Frullare il cavolo con il minipimer o il mixer, quando si sarà ridotto a crema aggiungere la ricotta (meglio se setacciata), le uova il parmigiano e la noce moscata, eventualmente aggiustare di sale.

Infornare negli stampini monoporzione unti con del burro o dell’olio e cuocere per circa 30 minuti a 180°.

Intanto frullare le patate  condite con olio e sale con il minipimer, ma attenzione, dovete dare dei colpetti veloci e poi interrompere, altrimenti si formerà una colla, una volta pronta tenere da parte.

Intanto preparate un battuto con prezzemolo e capperi, aggiungete pangrattato olio e sale.

Fate tostate le nostre briciole in una padella antiaderente molto calda, fino a che il pane avrà preso un bel colore ambrato.

Comporre il piatto adagiando la crema di patate, mettere sopra lo sformato di cavolo e le briciole croccanti.

 

sformato_cavolo_viola_crema Patete_ antipasti_verdure_briciole pane

Con questa ricetta partecipo al contest di Fior di rosmarino color food:

color food

Dolci

Crostatine alla ricotta e marmellata di frutti rossi

Allora come avete trascorso l’ultimo di carnevale? Vestiti maschere stelle filanti e coriandoli, non vi siete fatti mancare niente giusto?

La mia seratina è stata molto più soft, cenettina a casa finalmente con la famiglia riunita, il maritino è giusto giusto rientrato da un viaggio di lavoro e con i bambini abbiamo festeggiato carnevale la sera prima…perciò va benissimo così.

Intanto mi sono dedicata a preparare queste crostatine con uno dei miei ingredienti preferiti: la ricotta  racchiusa in un guscio di frolla e accompagnata dal gusto paradisiaco della marmellata di frutti rossi.

 

Queste crostatine le ho preparate pensando al contest di Alessia del blog Il pan di Zenzero, contest che ci chiedeva cosa avremmo servito ad un nostro ipotetico ristorante, bè il mio sogno non sarebbe proprio un ristorante quanto un piccolo bistrot, dove servire tè dolcetti pasticcini, ma anche piccoli spuntini salati, dover ritrovarsi con le amiche un posto intimo dove ritrovare l’atmosfera di casa propria, dove sorseggiare un tè e leggere un buon libro, magari circondati da una campagna rigogliosa e da verande dove accomodarsi ed ammirare la natura…sogno un pò troppo cosa ne dite?

 

Ingredienti:

Per la pasta frolla:

200 gr di burro

180 gr di zucchero

2 uova

375 g di farina

sale marino integrale q.b.

limone grattato q.b.

Per la farcitura

1 barattolo di marmellata ai frutti rossi (la mia Rigoni di Asiago)

300 g di ricotta di pecora freschissima

 

Preparazione:

Preparate la pasta frolla mettendo la farina nel vaso della planetaria, aggiungete il burro freddo il sale e lavorate brevemente con la foglia, aggiungere lo zucchero e continuare a lavorare piano per non scaldare l’impasto.

A questo punto aggiungete  la scorza grattata del limone e  le uova,  impastate fino ad ottenere un panetto lavorabile con le mani.  Avvolgere l’impasto  nella pellicola e mettere in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti.

Trascorso questo tempo, riprendete la pasta frolla e stendetela con il mattarello, ricoprite la base di uno stampo da dolci ( con questa dose, va bene anche uno stampo da 28 cm), stendete sopra uno strato di marmellata di frutti rossi, la ricotta addolcita con un cucchiaio di zucchero e di nuovo uno strato di marmellata. Coprite di nuovo con la frolla rimasta, decorate con granella di nocciole o di mandorle e infornare a 180° per 40 minuti.

Dimezzate i tempi di cottura se preparate delle monoporzioni come le mie.

 

 

Con questa ricetta partecipo al contesti di Alessia del blog Il Pan di Zenzero “My sweet little place”.

 

CONSIGLIA Calamaro ripieno di Tabouleh alla greca