Browsing Tag:

vegan

Verdure

Finocchi all’arancia

finocchi light, finocchi in forno, senza besciamella, ricette veloci, ricette verdure

Mica sarete già stufi delle mie ricette con i finocchi?

Prometto che è l’ultima…o quasi.

Però diciamolo,  la stagione non ci allieta come in estate, le verdure sono di meno e quindi cerco sempre nuovi modi per gustarle, cucinandole in modo semplice e saporito.

L’abbinamento finocchi e arance è uno dei miei preferiti. 

Di solito li consumo crudi in insalata, ma le basse temperature di questi giorni mi fanno venire voglia di qualcosa di caldo, così senza rinunciare al gusto che mi piace tanto ho deciso di prepararli alla stessa maniera però mettendoli a cuocere in forno.

La ricetta è semplicissima e si prepara veramente in cinque minuti.

 

ricette verdure, healty recipe, easy recipe, ricami di pastafrolla,

Ingredienti per 4 persone:

Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 25 minuti
2 finocchi
1 arancia
50 g di olive nere
30 g di capperi
pangrattato q.b.
sale marino integrale q.b.
olio extravergine di oliva q.b.

 

Preparazione:

Lavate i finocchi e tagliateli a spicchi abbastanza sottili.
Salateli e cospargeteli di pangrattato.
Ungete una pirofila con dell’olio.
Adagiate sopra i finocchi impanati, le olive nere i capperi e gli spicchi di metà arancia.
Strizzate il succo della restante metà sopra i finocchi, ungete con l’olio e spolverate di sale.
Cuocete in forno a 180° per 20-25 minuti.

 

verdure, finocchi, idee cena, cena leggera,

I finocchi al forno potete prepararli come contorno  oppure come un leggerissimo ma gustoso piatto unico. E’ la ricetta ideale che si prepara all’ultimo minuto, quando arrivano ospiti inaspettati e quando rientrate senza essere passati dal supermercato convinti di non aver niente in frigo da cucinare.

verdure al forno, ricette veloci, dieta, amici,

Verdure

Patate arrosto

patate al forno, ricami di pstafrolla

Le Patate arrosto sono uno dei classici della Domenica a prescindere dal tipo di carne o pesce che viene cucinato.

Vuoi che sia arrosto, vuoi che sia brasata o semplicemente lessata, un vassoio di patate arrosto ci sta sempre bene.

E quanto sono buone quelle patate croccanti e asciutte ma con tantissimo sapore che si cuociono in forno?

Bè il massimo della bontà potete ricavarla da una cottura in una delizioso forno a legna, ma se come me non l’avete, seguite questi pochi suggerimenti ed avrete delle patate al forno buonissime e super croccanti, e che magari non si attaccano continuamente alla teglie.

patate arrosto, verdure, ricette patate, patate croccanti, patate al forno

 

Patate arrosto
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Ingredienti
  • 1 kg di patate (io ho usato le rosse di montagna)
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale marino integrale q.b.
  • 2 spicchi di aglio
  • qualche foglia di salvia
  • 2 rametti di rosmarino
Preparazione
  1. Sbucciate le patate e tagliatele a tocchetti piuttosto grossi nella forma che preferite.
  2. Riempite una bacinella capiente di acqua molto calda e mettete le patate a bagno per almeno 20 minuti.
  3. Questo passaggio è importante perchè aiuta ad eliminare l'amido all'interno delle patate.
  4. Scolatele e asciugatele con un canovaccio pulito.
  5. Mettetele in una taglia da forno e conditele con abbondante olio rosmarino salvia e aglio.
  6. Mettetele nel forno già caldo a 200-220° e non toccatele per almeno 40-50 minuti.
  7. Togliate la teglia dal forno salate le patate e muovetele con l'aiuto di una spatola.
  8. A questo punto comunque si dovrebbero staccare bene dalla teglia.
  9. Rimettetele in forno per altri 40-50 minuti circa e togliettele in base al grado di doratura che preferite.

 

 

patate al forno aromatiche, patate della domenica. ricette delle feste

 

patate al forno, ricette patate,

 

Conserve di verdure/ Verdure

Pomodorini confit

E’ vero che Settembre è arrivato, l’aria è più fresca e i temporali si fanno vedere più di frequente, però io questa estate voglio assaporala ancora un pò.

E siccome le vacanze sono finite non ci resta che rivolgerci alla nostra amata cucina.

Così sbirciando nell’orto ho visto che le piante hanno ancora bellissimi grappoli di pomodorini dolci e succosi, e allora che facciamo, non li prepariano un pò di pomodorini confit?

La ricetta è semplicissima, veloce e se non li avete mai provati prima sicuramente vi conquisterà.

Io vi consiglio di prepararne in abbondanza, potrete conservarli per qualche giorno in un barattolo di vetro coperti di olio e gustarli quando preferite.

Sono un ottimo aperitivo, ideali per condire la pasta e perfetti per accompagnare i secondi sia di carne che di pesce.

Insomma avete capito che mi piacciono vero?

 

pomodorini confit, pomodori al forno, verdure, vegan

 

Pomodorini confit
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Ingredienti
  • 20 pomodorini ( datterini o ciliegini)
  • 50 - 60 g di zucchero a velo
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale marino integrale q.b.
  • 20 g di origano (o altre erbe che preferite, timo maggiorana...)
  • pepe q.b.
Preparazione
  1. Lavate e ascigate i pomoodrini.
  2. Tagliateli a metà e togliete i semi.
  3. Adagiateli su una teglia con la parte tagliata rivolta verso l'alto.
  4. Cospargeteli con l'olio, il sale il pepe e l'origano.
  5. Spolverate con abbondante zucchero a velo.
  6. Metteteli in forno a 120° forno ventilato per almeno 2 ore.
  7. Togliete i pomodorini dal forno e utilizzateli come preferite.
  8. Potete conservarli per qualche giorno in frigorifero in un barattolo di vetro coperti di olio.

 

ricami di pastafrolla, ricette pomodori, conservare pomodorini,

 

Verdure

Pomodori alle cipolle marinate

Pomodori e cipolle marinate è la mia ricetta dell’estate per assaporare tutti i giorni in modo diverso uno tra i miei ingredienti preferiti: I Pomodori!

Freschi succosi, ricchi di tante elementi buoni per la nostra salute, ideali per tenere sempre idratato il nostro organismo, non passa giorno che in casa mia non se ne faccia uso, e questa strana insalata ricca di colori e sapori è un modo diverso per gustarli.

Se riuscite a trovare le dolcissime cipolle di Tropea allora il vostro piatto sarà ancora più invitante e prezioso.

Ma se non le trovate, non preoccupatevi la marinata sarà comunque ottima.

Potete praparare le cipolle anche il giorno prima, (si mantengono in frigorifero pr qualche giorno ) e aggiungerle ai pomodori o alle vostre insalate solo al momento di servirle.

La preparazione è veloce e semplicissma, quindi adesso non mi resta che darvi la ricetta e augurarvi buon appetito!!

insalate, ricette pomodori, idee per la cena, ricette veloci, vegan

Pomodori alle cipolle marinate
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Ingredienti
  • 3 pomodori cuore di bue
  • 2 cipolle rosse
  • 2 cucchiai di aceto di mele
  • 2 foglie di salvia
  • acqua q.b.
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale marino integrale q.b.
  • pepe q.b.
  • basilico q.b.
Preparazione
  1. Sbucciate lavate e affettate finemente le cipolle.
  2. Versate in una padella due cucchiai di olio, le cipolle e tre cucchiai di acqua.
  3. Fate cuocere a fuoco molto basso, girando spesso per almeno 15-20 minuti.
  4. Quindi aggiungete l'aceto, altri 3 cucchiai di acqua il sale, il pepe e le foglie di salvia.
  5. Fate cuocere per altri tre minuti, alzando la fiamma e lasciando evaporare.
  6. Trasferite le cipolle in frigo e lasciatele raffreddare.
  7. Al momento di servire, tagliate i pomodori a fette, conditeli con la marinata di cipolle e aggiungete il basilico spezzettato a piacere.
  8. Un giro di olio a crudo e una grattata di pepe macinato al momento completano la vostra insalata estiva.

 

 

cipolle rosse, ricetta liight, pomodori, cena tra amici

 

 

insalata mista, insalata colorata,

 

Antipasti/ Verdure

Insalata di cavolfiore con curry e uvetta

vegan, insalata diccavolfiore, light,

Non ditemi che dopo tre mesi di cavoli  tutti i giorni non vi vine voglia di cambiare sapori perchè non ci credo.

Io avevo bisogno  proprio di questo, così alla vista dell’ennesimo cavolfiore ho deciso di cucinarlo con con l’aggiunta di una parte di aceto di mele e ho iniziato a condirlo con quello che mi diceva la fantasia…. curry, uvetta, olive e sedano!!

Ne è venuta fuori un ‘insalata ricca di gusto ma leggera, ideale anche per le giornate depurative dopo gli stravizi del fine settimana.

 

rivette vegan, insalata inveernale, cavolfiore, curry

 

5.0 from 1 reviews
Insalata di cavolfiore
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 4
 
Ingredienti
  • 1 cavolfiore
  • 1,5 l di acqua
  • 250 ml di aceto di mele
  • 1 cucchiaino di curry
  • sale rosa dell'Himalaya q.b.
  • pepe nero q.b.
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 costa di sedano
  • 50 g di uvetta uvetta
  • 50 g di olive taggiasche
Preparazione
  1. Lavate e tagliate il cavolfiore a cimette.
  2. Immergetele in acqua e aceto al momento dell'ebollizione e cuocete per circa 10 minuti.
  3. Scolate e adagiatelo in una ciotola capiente, aggiungete il curry sciolto dell'olio, il sale e il pepe.
  4. Affettate il sedano e tritate il prezzemolo, quindi uniteli al cavolfiore aggiungendo anche le olive e l'uvetta ammollata.
  5. Amalgamate gli ingredienti e lasciate risposare almeno 30 minuti prima di servire.

uvetta, verdura, ricette verdura,

 

gluten free, vegetariana,

Dolci

Crepes dolci vegan con mela e cannella

crepes, light, mele, vegan, ricami di pastafrolla,

Capita a tutti un periodo in cui avete voglia di disintossicare ripulire e alleggerire il vostro organismo?

Per me è un periodo così, ma la voglia di dolce non passa mai e allora, nascono le crepes vegan, senza latte senza uova e anche gluten free!

 

vegan, light, dolci vegan, latte avena

La mela lo zucchero di canna e la cannella addolciscono e rendono gustosa questa variante della tradizionali crepes dolci.

gluten free, health recipe,

5.0 from 3 reviews
Crepes dolci vegan con mela e cannella
Emanuela Martinelli: 
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 4
 
Ingredienti
  • 100g farina di riso
  • 70g fecola di patate
  • 300 ml latte di avena
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 2 mele sbucciate
  • 100 ml di succo di mela
  • 1 spolverata di cannella
  • 1 cuccchiaio di zucchero di canna scuro
  • 2 cucchiai di frutta secca a piacere (mandorle e pinoli)
Preparazione
  1. In una ciotola mettete le due farine, il sale e aggiungete il latte di avena e l'olio.
  2. Amalgamate gli ingrediente con l'aiuto di una frustina ( senza sbattere troppo).
  3. Lasciate riposare in frigo per 30-40 minuti.
  4. Lavate asciugate e tagliate a dadini le mele, quindi versatele in una padella antiaderente insieme allo zucchero di canna e alla cannella.
  5. Caramellate le mele per qualche minuto, quindi sfumate con il succo di mela.
  6. Irrorate le crepes con il succo di mela e farcitele con i dadini di mela, decoratele con la frutta secca tostata in forno a 200° per 4 - 5 minuti.
  7. Servite calde.

 

crepe dolci-2

 

Primi Piatti/ Salse e sughi

Finto sugo di verdure light

light, vegan, ricette leggere, healty food,

Negli ultimi tempi tempi la parola d’ordine è “light”, per tanti buoni motivi.

Anche io sono una fautrice di questo nuovo modo di cucinare, ma per light intendo quello vero.

Quello fatto di ingredienti buoni e naturalmente privi di grassi e non “sgrassati” come spesso ci fanno credere.

Il finto sugo di verdure è proprio così, semplice genuino e saporitissimo.

E quel fino di olio a crudo , vi prego non fatevelo mancare perchè è veramente la ciliegina sulla torta.

 

ricami di pastafrolla, finto sugo vegan

5.0 from 1 reviews
Finto sugo di verdure
Emanuela Martinelli: 
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 6
 
Ingredienti
  • 800 g di pomodori
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla rossa
  • 1 ciuffo di basilico
  • sale marino integrale q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
Preparazione
  1. Tagliare tutte le verdure e metterle in una pentola con i bordi alti.
  2. Salare e aggiungere ½ bicchiere di acqua se i pomodori sono molto asciutti.
  3. Lasciar cuocere almeno 40 minuti.
  4. Utilizzate il sugo per serviere la pasta e conditelo con un filo di olio a crudo.

 

 

 

ricette vegane, pomarola light,

 

Buon appetito!

 

sugo leggero, condimento pasta

Primi Piatti/ Verdure

Bulgur con zucca gialla e ceci

ricette vegan, light, ceci, ricette bulgur,

Il bulgur è uno di quegli ingredienti che campeggiava nella mia dispensa da tanto tempo senza che avessi mai deciso di cucinarlo.

Il motivo è solo ed esclusivamente la mia pigrizia e la paura di rimanere delusa da questo tanto famigerato Bulgur.

Invece pensate un pò, è stato molto più semplice di quanto credevo ed è pure buono.

bulgur, ricette vegetariane, vegan, ceci

E’ stato ampiamente apprezzato anche dal consorte che in genere non si spreca in grandi elogi, perciò se vi dico che è buono potete fidarvi.

E se invece non vi fidate ma volete provarlo personalmente vi lascio la mia ricetta.

ricami di pastafrolla, ricette light, zenza latticni

5.0 from 1 reviews
Bulgur della mezza stagione
Emanuela Martinelli: 
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 2-3
 
Ingredienti
  • 150 g di bulgur
  • 1 zucchina media
  • 1 cipolla media
  • 300 g di zucca gialla
  • 2 rametti di rosmarino
  • 200 g di ceci cotti
  • 1 manciata di olive nere
  • 1 costa di sedano
  • prezzemolo q.b.
Preparazione
  1. Cuocete il bulgur in acqua bollente salata per circa 15 minuti, scolate e tenete da parte.
  2. Tagliate la zucca a dadini, e saltatela in padella con uno spicchio di aglio due cucchiai di olio e un rametto di rosmarino.
  3. Lasciate cuocere per cinqua minuti, quindi versate sul bulgur.
  4. Insapaorite i ceci cotti aggiungendo aglio e rosmarini e versateli a loro volta nel bulgur.
  5. Tagliate la cipolla finemente, aggiungete dell'olio e cuocetela iin padella per 10 minuti.
  6. Intanto grigliate la zucchina affettata sottilmente, conditela con olio e liimone e aggiungetela al bulgur insieme alla cipolla alle olive al prezzemolo tritato e al sedano tagliato a dadini.
  7. Assaggiate l'insalata ed eventual

 

bulgur-4

 

prezzemolo, piatti unici, buffet,

Vi auguro una buona settimana e vi ricordo che avete ancora tempo per partecipare al mio contest…vi aspetto!

Emanuela

Eventi/ Verdure

La patatina fritta: quella vera

ricami di pastafrolla, patatine fritte

Loro sono gli idoli indiscussi degli appassionati di cucina.

Sono quelli che si permettono di far volare piatti e trattare le persone come pezze da piedi solo perchè qualcuno ha osato un abbinamento in un piatto un po’ azzardato.

Sono quelli che fanno sognare le appassionate di cucina quando li vedono lavorare dietro i fornelli.

Sono quelli per cui hai deciso di risparmiare per poterti permettere una cena nei loro ristoranti stellati, quelli che se non hanno l’aglio di Sulmona, il tartufo di Alba e pistacchi di Bronte non si abbassano a cucinare.

Sono quelli che puntualizzano che loro non fanno da mangiare, loro cucinano!!

Sono quelli che, sei matto l’aglio bruciato non lo mangiano nemmeno i cani!

Sono quelli che dopo aver letto i loro libri e le loro ricette ti spingono a fare sempre meglio a ricercare quel grano antico o quel fagiolo quasi dimenticato, insomma quelli che spezzano il capello in quattro perchè senza ingredienti di qualità, il piatto riesce solo a metà.

…e allora cosa ci fa quel bel faccino di Carlo Cracco nel cartellone pubblicitario delle patatine San Carlo? Pubblicità! Pubblicità, ma siamo matti?

Pubblicità a quella categoria di cibi che ormai tutti, nutrizionisti e non definiscono come  junk food?

Pubblicità a quelle patatine condannate come responsabili dell’obestià infantile del diabete e dell’innalzamento del colesterolo in età giovanile, che di certo non vengono prodotte con le eccellenze italiane come la patata di Bologna DOP o la patata rossa di Cetica.

Com’ è che le foodblogger vengono messe alla gogna solo se si permettono  di abbellire una torta con una fragolina fuori stagione e loro in barba a qualunque tipo di responsabilità etica, pubblicizzano prodotti che sono lontani anni luce da tutto quello che hanno professato come fede inviolabile fino ad oggi?

Va bè ti perdoniamo Carlo, però facciamo così, tu torni a fare quello che sai fare meglio,  ossia cucinare piatti di alta cucina con ingredienti degni di uno chef  con il tuo nome, e lascia fare la pubblicità  a Rocco Siffredi che tanto lui in mezzo alle patatine ci sta da una vita!

 ricami di pastafrolla, patatine fritte

Ingredienti:

4 o 5 patate di grandezza media a pasta gialla

1 litro di olio di arachidi

sale marino integrale

 

patatine-2

 

Preparazione:

Lavare e ascigare bene le patate.

Tagliarle sottili con una mandolina (mi racomando solo le patate non anche le dita come ho fatto io).

Stenderle sopra un vassoio senza sovrapporle e metterle in congelatore almeno 1 ora.

Mettere l’olio in una padella e appena risulta ben caldo versare le patatine ancora ghiacciate, si cuoceranno in uno o due minuti, perciò state molto attenti a non farle bruciare.

Con l’aiuto di una schiumarola toglierle dalla padella e stenderle sopra un foglio di carta assorbente da cucina, salarle e servirle ancora calde.

N.B. Ho trovato questo modo di preparare le patatine congelandole nel blog Mamma che mousse ed il risultatto è fantastico!

 

patatine-6

Verdure

Insalata di cavolo nero pompelmo rosa e avocado

insalata, pompelmo, ricette estive, light

Quest’insalata è stato un tuffo nella mia Toscana nel bel mezzo dell’aereoporto di New York.

Annoiata passeggio per il gate aspettando il boarding, guardo e riguardo quei pochi negozi che si aggirano li intorno quando con la coda dell’occhio intravedo riviste di cucina…ma va, sti americani cucinano anche?

Così mi avvicino ed inizio a sfogliarla, trovo anche qualche spunto carino, poi volto una pagina e cosa ti trovo?

Black Tuscan Kale, veramente la traduzione esatta non la conoscevo, ma guardando l’immagine non potevo sbagliare, era proprio il mitico cavolo nero Toscano!

Ma dai,come ha fatto ad arrivare fino qua il cavolo della mia nonna? Non me la posso lasciar scappare, deve essere mia!

Devo dire che ultimamente mi sono data parecchio da fare con queste traduzioni per niente accessibili vista la mia conoscenza scolastica dell’inglese, però mio marito mosso a compassione mi ha dato una mano e così, quest’insalata ricca gustosa e salutare è approdata da NewYork in quel di Arezzo…

insalata cavolo nero

 

Tra l’altro mi è piaciuto tantissimo  il nome che hanno dato a quest’insalata, Quintessential Winter Salade, mai nome fu più azzeccato!

insalatacavolo nero avocado e senape

Ingredienti:

3 cucchiai di succo di limone

1 cucchiaio di senape

1 ciuffetto di foglie di menta

3 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 cespo di cavolo nero

2 cucchiai di mandorle pelate e tostate

2 pompelmi rosa tagliati al vivo

1 avocado maturo

1 cestino di lamponi o semi di melagrana

insalata cavolo nero 7

Preparazione:

Ovviamente la preparazione è semplicissima, unica accortezza le foglie del cavolo nero prendete quelle più tenere e tagliatele in modo sottile nel senso della lunghezza.

Mescolate insieme senape succo di limone e menta tritata.

Mettete tutti gli ingredienti escluso il pompelmo in una larga ciotola, versate sopra la salsa di senape e limone e lasciate marinare per almeno 30 minuti.

Aggiungere il pompelmo e i lamponi sopra l’insalata in modo che mantengano il loro bel colore.

 

DSC_0187-1

Mi raccomando non perdete l’appuntamento con il Taste a Firenze, sall’8 al 10 Marzo la fiera dell’eccellenza gastronomica  italiana.

Noi ci saremo e voi, se proprio non potete ve lo racconteremo noi!

 

PITTI_NEWS_TASTE9_ADV-copia

 

Antipasti

Bruschetta ai funghi porcini

street food antipasto carpaccio funghi

Premetto che questi profumatissimi funghi non li ho trovati io.

Mi piace il bosco i suoi profumi  e i suoi colori, ma onestamemte non è proprio il mio ambiente.

Ho paura dei dirupi, di qualunque rumore, degli insetti e come se non bastasse il senso dell’orientamento a me non l’hanno proprio dato!!

Percìò la possibilità di gustarmi dei porcini freschi sodi e profumati come questi era decisamente affievolita.

Poi una telefonata che mi dice, senti avrei dei porcini ma ti farebbe piacere se te li portassi?

Mi farebbe piacere? Ma stai scherzando?

Veramente se devo essere onesta la prima cosa che ho risposto è stata, quando uno ha dei porcini se li mangia non li regala!!!!!

Ma ovviamente ero bene felice di quel pensiero avuto nei miei confronti, e allora ho accettato all’istante….grazie Mario!

E quei funghi erano decisamente belli, sodi profumati e sani, perfetti da gustare crudi in insalata, ma noi siamo in Toscana e la bruschetta è il nostro pane quotidiano così….

 

bruschetta antipasto funghi porcini

Ingredienti:

4 fette di pane toscano (possibilmente macinato a pietra)

1 cespo di insalata (io ho usalto la riccia)

8 fettine di parmigiano reggiano

2 porcini freschi

1 spicchio di aglio

un ciuffo di prezzemolo

olio extravergine di oliva

sale marino integrale

street food antipasto carpaccio funghi

 

Preparazione:

Pulire i funghi con un coltellino per togliere la terra alla radice e poi la miglior cosa sarebbe quella di pulirli con un pennello per togliere i residui di terra senza passarli sotto l’acqua corrente, cos’ da non perdere nessun sapore.

Affettateli mantenendo la fetta intera, e conditeli con olio sale e un battuto di prezzemolo lasciandoli insaporire.

Scaldare uno spicchio di aglio in padella con un filo di olio, aggiungere le foglie di insalata lavata e scolata e far appassire e aggiustare di sale.

Abbrustolire le fettine di pane, se sono troppo grandi dividerle a metà.

Quando il pane è ancora caldo distribuire sopra l’insalata cotta, la fetta di parmigiano e una fetta di fungo porcino. Passare una grattata di pepe nero macinato al momento, un filo di olio a crudo e servire.

antipasto, bruschetta funghi, parmigiano,

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Beatitudini culinarie: Sapori d’Autunno.

 

autunno_zpse86a1fa6

Verdure

Insalata di verdure crude e cotte

Insalat, verdur crude, salvia fritta, patate, antipasto, light, cena tra amici

Ciao a tutti come già sapete amo le insalate così quando giovedì sera ho visto quella preparata da Lidia Bastianich, un mix tra verdure crude e cotte, non ho resistito…un’idea veramente invitante.

Questa non è esattamente come la sua, ma a me è bastata l’ispirazione e poi l’ho modificata esattamente come più piaceva a me. Vi assicuro che è a prova anche dei più scettici mangiatori di verdure.

Ha un gusto invitante perché  ogni verdura preparata in modo diveso ed ogni boccone è una deliziosa sorpresa.

Vi consiglio di provarla, magari utilizzando le verdure che amate di più e con il tipo di cottura che preferite.

Buon appetito!

 

 

Ingredienti per 4 persone:

1 cespo di insalata riccia

1 cespo di lattughino invernale

2 carote

2 patate

3 cipolle

20 foglie di salvia (piccole e tenere)

q.b. olio extravergine di oliva

q.b. sale marino integrale

q.b. acqua

2 cuccchiai di farina di riso

 

Lavare bene entrambe le insalate e asciugarle bene con la centrifuga. Pulire e tagliare a cerchi le cipolle, condirle con olio e sale e mettere a cuocere in forno a 180° per circa 20 – 25 minuti. Lavare e lessare le patate in acqua bollente. Affettare sottilmente una carota a julienne. Tagliare a bastincini l’altra carota. Lavare e asciugare le foglie di salvia.

Preparare una pastella con acqua fredda e farina di riso. Friggere in olio ben caldo sia i bastoncini di carota che le foglie di salvia passati nella pastella di riso ben fredda.

A questo punto comporre il piatto, mettendo in una boule l’insalata riccia e il lattughino, le carote tagliate a julienne, le patate lessate, condire con olio e sale,  infine aggiungere le cipolle cotte in forno e le verdure fritte.

Servire subito così da mantenera la croccantezza delle verdure fritte, la freschezza delle crude e il calore delle cipolle cotte.

 

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Una cucina tutta per sè:

 

bannerpranzo in ufficio

Verdure

Insalata dicembrina

insalata mista, insalata delle feste, insalata di natale, senza cottura, light, vegan,

Avete idea della fatica che si fa per far mangiare un pò di sana fresca e gustosa insalata alle persone che ti stanno vicino? Bè per me il primo scoglio sono i bambini, e allora mi metto all’opera con creme vellutate e spremute.

Ancora peggio quando si parla di genitori…soprattutto per mio padre sembra che quell’ingenua insalatina abbia le spine come le rose, e allora anche in questo caso mi devo inventare di tutto, perché quando assapora l’insalata abbia la sensazione di mangiare qualcosa di molto più sostanzioso gustoso e succulento.

Ebbene grazie alla bontà degli ingredienti che si trovano nel mercato in questo periodo dell’anno e un po di fantasia la mia insalata natalizia è stata all’altezza delle aspettative.

 

Ingredienti per 4 persone:

 

500 g di insalata valerianella

2 topinambur

10-12 datteri

semi di sesamo q.b.

q.b. olio extravergine di oliva

q.b. sale marino integrale

1 arancia navelis

 

Lavare la valeriana, asciugarla nella centrifuga per insalata e metterla in una ciotola capiente.

Aggiungere il topinambur pelato e tagliato a fettine sottili, i datteri i semi di sesamo e condire con un pizzico di sale e un filo di olio.

Spremere metà arancia e versarla sopra l’insalata, decorare il piatto con le fettine di arancia rimanenti.

 

 

CONSIGLIA Calamaro ripieno di Tabouleh alla greca