Browsing Tag:

vegetariano

Salse e sughi

Pesto alle foglie di sedano e uvetta

sedano, verdure, pranzo veloce, ricetta easy. ifoodstyle, ricetta ifoodstyle

Viste le altissime temperature di questi giorni, ma soprattutto visto che in estate ci sono tante altre cose da fare ed il tempo e la voglia da dedicare alla cucina diminuiscono ho pensato di lasciarvi un idea veloce per il pranzo o la cena dove non servono fuochi e fornelli.

Un pesto di sedano gustoso fresco e addolcito dalla bontà dell’uvetta sultanina.

 

Trovate la mia ricetta insieme a tante altre anche nella nostra rivista on line, cercate a Ifoodstyle e scoprirete un mondo di ricette super invitanti, gustose leggere e appetitose.

 

pesto, vegetariano, senza cottura, ricetta veloce, ricette facile, condimento pasta,

 

Il pesto di sedano si realizza veramente in pochissimi minuti, basta un mixer, le foglie del sedano (che non si buttano mai) e un po di frutta secca.

Se non avete qualche ingrediente non preoccupatevi, date sfogo alla vostra fantasia e ne verrà fuori sicuramente un ottima variante, di solito nascono così le ricette più buone.

 

ricami di pastafrolla, ricetta estate, cena tra amici, ricetta riciclo, ricetta economica

 

Ingredienti per 6 -8 perone

Tempo di preparazione: 10 minuti

 

Ingredienti:

200 g di foglie di sedano

200 g di nocciole

30 g di parmigiano

1 pizzico di sale

Olio extravergine di oliva q.b.

60 g uvetta sultanina

 

Preparazione:

Pulite lavate e asciugate le foglie di sedano.

Mettetele nel vaso del mixer quindi aggiungete le nocciole ed il sale.

Chiudete e iniziate a frullare.

Nel frattempo iniziate ed unire l’olio a filo.

Aggiungete il parmigiano e continuate a frullare.

Il pesto deve rimanere abbastanza rustico per continuare e sentire bene i sapori distinti delle nocciole e del sedano.

Togliete il pesto dal mixer, unite l’uvetta e ed eventualmente qualche cucchiaio di olio.

Riponete il pesto in frigorifero fin al momento di utilizzarlo.

E’ ottimo per condire la pasta ma potete utilizzarlo anche come condimento per crostini di pane.

 

 

primo piatto economico, light, vegan, senza forno,

 

 

Primi Piatti

Penne Dolcevita con porri fave e pecorino

Fave e pecorino è il mio piatto irrinunciabile della primavera.

Questi deliziosi baccelli si possono gustare solo per un breve periodo dell’anno perciò cerco di farne scorta anche per quando non ci saranno più.

Il nostro piatto quello tipico consiste in una fetta di pane con l’olio, fave fresche sbucciate al momento e una fetta di pecorino ad accompagnare il tutto.

Oggi però ho voluto cambiare e l’indissolubile connubio di fave e pecorino l’ho aggiunto alla pasta.

In verità è una pasta particolare, perché oltre ad essere buonissima da mangiare, è una pasta buona per la salute.

Con un basso indice glicemico e l’aggiunta del Chitosano è ideale anche a tenere sotto controllo i grassi del sangue.

primi piattii, fave pecorino, ricette veloci, ricette light

 

Non ci credete?

Eppure è vero, è la pasta Dolcevita, se siete curiosi andate a dare un’occhiata al loro sito. E se dopo avete voglia di provare la mia ricetta, dovete venire in Ifood insieme a me e cercare  Penne Dolcevita con porri fave e pecorino.

A me non resta che auguravi buon appetito e buon week end!

 

ricette pasta dolcevita, ricetta vegetariana, tradizione,

 

ricami di pastafrolla, ricetta penne dolcevita, primi piatti veloci, con verdure

 

Primi Piatti

Gnudi toscani gratinati in forno

gnudi, gnudi alla fiorentina, gnudi toscani, gnudi al pomodoro, primi piatti, vegetariano, ricami di pastafrolla

Vi avevo promesso la seconda ricetta degli gnudi toscani.

E come ogni promessa che si rispetti deve essere mantenuta.

La versione classica, preparata con gli spinacice condita con olio e salvia potete trovarla qui, ma siccoma adoro questa ricetta oggi ve ne dò un’altra versione.

Questa volta gli Gnudi sono stati gratinati in forno con della salsa di pomodoro e tanta mozzarella filante.

Con questa ricetta potete preparare il vostro piatto in anticipo e cuocerlo solo al momento di servirlo.

Nell’impasto questa volta non ho utilizzato le spinaci ma le erbette di campo e le bietoline.

A voi la scelta a seconda dei vostri gusti e della stagione.

Gnudi fiorentini gratinati

5.0 from 1 reviews
Gnudi toscani gratinati in forno
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 6
 
Ingredienti
  • 500 g di ricotta di pecora
  • 250 g di bietoline lessate
  • 250 di erbette di campo lessate
  • 100 g di farina tipo 1
  • 2 uova
  • 80 g di parmigiano grattugiato
  • sale marino integrale q.b.
  • noce moscata q.b.
  • pepe qb.
  • ½ l salsa di pomodoro
  • 400 g di mozzarella fior di latte
Preparazione
  1. Prendete le bietoline e le erbette di campo strizzatele e battetele al coltello molto bene.
  2. Una volta raffreddate aggiungete la ricotta 100 g di farina le uova e il parmigiano grattugiato, salate, pepate e grattate la noce moscata.
  3. Amalgamate bene il composto con una forchetta.
  4. Con l'aiuto di due cucchiai preparate delle palline abbastanza grandi, quindi rotolatele nella farina e gettatele in acqua bollente salata.
  5. Lasciate cuocere gli gnudi fino a che non vengono a galla, quindi continuate la cottura per altri 30 - 40 secondi.
  6. Prelevateli con la schiumarola e adagiataeli su in vassoio.
  7. In una padella capiente scaldate l'olio e fate cuocere il pomodoro per pochi minuti.
  8. Adagiatene una parte nella pirofila da forno e aggiungete gli gnudi lessati.
  9. Coprite con il restante pomodoro e sminuzaate sopra la mozzarella
  10. Gratinate gli gnudi in forno a 180° per circa 20 minuti.
  11. Controllata che la mozzarella sia ben sciolta e abbaia formato una crosticina dorata.

 

 

gnudi toscani, gnudi al forno, gnudi mozzarella e pomodoro

 

 

gnudi in forno, primi al forno, primi gratinati

Primi Piatti

Spaghetti con peperoni e zafferano

Quante volte avete avuto voglia di un piatto di spaghetti che dopo averlo mangiato non vi facesse sentire in colpa?

Bè, noi italiani con la pasta abbiamo un rapporto speciale e difficilmente riusiamo  a farne a meno.

Da oggi sappiate che alla bontà della pasta potrete abbinarvi le favolose qualità del Chitosano, ideali per mantenere sotto controllo sia gli sbalzi glicemici che il colesterolo.

Questa pasta deliziosa è prodotta da Dolcevita perciò se siete curiosi e avete voglia di saperne di più andate a fargli visita e rimarrete piacevolmente colpiti.

 

pasta dolcevita, ricette vegana, primi piatti light

Se invece avete voglia di provare la mia ricetta  non dovete far altro che andare su IFood e cercare Spaghetti Dolcevita con peperoni e zafferano dove troverete la ricetta completa di dosi e passaggi.

Ovviamente tenendo conto delle qualità della pasta abbiamo utilizzato tutti ingredienti che pur essendo ricchi di gusto non appesantiscono, ma al contrario sono ricchi di sali minerali, vitamine e grassi buoni.

 

ricette facili, carboidrati buoni, pasta peperoni,

Vi aspettiamo su Ifood, buon appetito!!

 

ifood, ricette ifood, primi piatti vegetariani, zafferano

Primi Piatti/ Zuppe e Minestre

Vellutata di cavolo viola yogurt greco e arachidi

vellutata, minestre, verdura, cavolo viola

Quando trovo un ingrediente con un bel colore non vedo l’ora di provarlo.

A differenza di mio marito che quando vede strane cose nel piatto è subito diffidente io me ne innamoro all’istante.

E così è stato con il cavolo viola, questa bellissima verdura dal colore caldo e intenso, amo preparare ricette con questo ingrediente  e se volete qui, potete trovare anche lo sformato ,i il risotto e la panzanella di primavera, ma la vellutata non l’avevo ancora provata, così alla prima occasione ho deciso di rimediare.

Vellutata cavolo viola-2

 

Vellutata di cavolo viola yogurt greco e arachidi
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 4
 
Ingredienti
  • 1 cespo di cavolo cappuccio viola
  • 2 papate medie
  • 1 scalogno
  • olio extravetgine di oliva q.b.
  • sale q,b.
  • 200 g di yogurt greco
  • 50 g di arachidi tostate
  • pepe nero q.b.
Preparazione
  1. Tagliate finemente lo scalogno e fatelo soffriggere in padella con due o tre cucchiai di olio.
  2. Aggiungete le patate tagliate e pezzetti e il cavolo tagliato sottile.
  3. Salate coprite con acqua a filo e lasciate cuocere per almeno 30 minuti.
  4. Quando le verdure saranno ben cotte frullatele con il minipimer, eventualmente aggiustate di sale.
  5. Versate la vellutata nei piatti da portat, aggiungete uno o due cucchiai di yogurt, le aarachidi sbriciolate eun giro di olio a crudo.
  6. Spolveate con pepe nero e servite.

 

ricette veloci, ricette homemade,

Ovviamente tutti conoscete le straordinario qualità nutrivive del cavolo vero?

Ricco di fibre, ricco di ferro, potente antitumorale, ricco di calcio, acerrimo nemico dei radicali liberi, ed in più povero di calorie e un ottimo spengni fame, insomma avete ancora bisogno di essere convinti a provare questa ricetta?

ricette, facili, primi piatti, zuppa verdure,

 

Antipasti/ Verdure

Insalata di cavolfiore con curry e uvetta

vegan, insalata diccavolfiore, light,

Non ditemi che dopo tre mesi di cavoli  tutti i giorni non vi vine voglia di cambiare sapori perchè non ci credo.

Io avevo bisogno  proprio di questo, così alla vista dell’ennesimo cavolfiore ho deciso di cucinarlo con con l’aggiunta di una parte di aceto di mele e ho iniziato a condirlo con quello che mi diceva la fantasia…. curry, uvetta, olive e sedano!!

Ne è venuta fuori un ‘insalata ricca di gusto ma leggera, ideale anche per le giornate depurative dopo gli stravizi del fine settimana.

 

rivette vegan, insalata inveernale, cavolfiore, curry

 

5.0 from 1 reviews
Insalata di cavolfiore
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 4
 
Ingredienti
  • 1 cavolfiore
  • 1,5 l di acqua
  • 250 ml di aceto di mele
  • 1 cucchiaino di curry
  • sale rosa dell'Himalaya q.b.
  • pepe nero q.b.
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 costa di sedano
  • 50 g di uvetta uvetta
  • 50 g di olive taggiasche
Preparazione
  1. Lavate e tagliate il cavolfiore a cimette.
  2. Immergetele in acqua e aceto al momento dell'ebollizione e cuocete per circa 10 minuti.
  3. Scolate e adagiatelo in una ciotola capiente, aggiungete il curry sciolto dell'olio, il sale e il pepe.
  4. Affettate il sedano e tritate il prezzemolo, quindi uniteli al cavolfiore aggiungendo anche le olive e l'uvetta ammollata.
  5. Amalgamate gli ingredienti e lasciate risposare almeno 30 minuti prima di servire.

uvetta, verdura, ricette verdura,

 

gluten free, vegetariana,

Marmellate e Confetture

Marmellata di mele cotogne

confettura, fatto in casa, frutta di stagione,

E come ogni anno arriva puntuale a casa mia la cassetta delle mele cotogne!

Così quest’anno oltre alla cotognata dura che potete trovare qui, ho deciso per la classica marmellata, morbida dolce e ideale per la colazione e le mia amate crostate.

Però il tempo scarseggia e la marmellata ne richiede veramente tanto, così ho provato un nuovo tipo di cottura.

Marmellata la forno!!

marmellata, mele cotogne, ricami di pastafrollaOvviamente se avete la fortuna di avere quello a legna il risultato sarà ancora migliore, ma non disperate, è buonissima anche con quello elettrico e potete dimenticarvbi di stare a girarla per evitare che si attacchi o si bruci.

mele cotogne-5

5.0 from 1 reviews
Marmellata di mele cotogne
Emanuela Martinelli: 
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Questa quantità vi consentirà di riempire circa 8 barattolini da 250-300 ml ognuno.
Ingredienti
  • 1,5 kg di mele cotogne pulite
  • 600 g di zucchero
  • 100 ml di succo di mela
  • il succo di un limone
Preparazione
  1. Lavate bene la buccia delle mele cotogne togliendo quella pellicola che si forma all'esterno,
  2. Tagliatele a dadini e ponetele in una capiente casseruola in acciaio con fondo alto.
  3. Aggiungete lo zucchero il succo di mela e quallo di limone.
  4. Coprite la casseruola e mettete in forno a 200° per 2 ore e mezza.
  5. Toglietela dal forno e frullatela con il minipimer o passatela al passaverdura.
  6. Rimettetala in forno per altri 30 minuti, scoperta e abbassando la temperatura a 170-180°.
  7. Invasatela con di consueto nei barattoli sterilizzati.
  8. Potete sigillare i vasetti e capovolgerli fino a raffreddamento oppure potete effettuare una seconda sterilizzazione facendo di nuovo bollire i barattoli per altri 30 minuti.

 

mele cotogne-6

 

Dolci

Castagnaccio: easy recipe

baldino o castagnaccio

castagnaccio, ricette vegan

Il cielo è quasi sempre grigio, l’aria si sta facendo ogni mattina più frizzante, le foglie assumono quel bellissimo colore dorato e le castagne iniziano a cadere.

E allora noi non possiamo non pensare a preparare uno squisitissimo castagnaccio.

E nelle serate un pò piovose, magari quando fuori soffia un vento ingrato e dopo una stressantissima giornata di lavoro, conoscete un comfort food migliore di questo?

ricami di pastafrolla, ricette toscane,

5.0 from 2 reviews
Castagnaccio
Emanuela Martinelli: 
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
 
Ingredienti
  • 300 g di farina di castagne
  • 690 ml di acqua
  • 1 cucchiaio abbondante di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 5-6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 rametto si rosmarino
  • pinoli q.b.
  • mandorle q.b.
Preparazione
  1. Versate l'oliio in una pirofila di circa 30X20 cm e aggiungete il rosmarino.
  2. Fate scaldare l'olio nel forno caldo a 180°.
  3. In una ciotola mescolate la fariina di castagne con l'acqua il sale e lo zucchero.
  4. Non appena il rosmariino inizia a sfrigolare versate il composto nella pirofila con l'olo.
  5. Guarnite sopra con frutta secca a piaciimento (pinoli, mandorle, noci).
  6. Cuocete in forno a 180° per 25 - 30 minuti.
  7. Il castagnaccio risulta cotto quando la parte superiore iniziata a screpolarsi.

castagnaccio-3

Da noi le ricette povere vanno per la maggiore e il castagnaccio o baldino (come si chiama ad Arezzo), rientra proprio nella categoria, farina di castagne, acqua e qualche cucchiaio di olio extravergine che non manca mai  nelle dispense delle nostre case.

Profumo di rosmarino e tanta frutta secca.

Buon Appetito!

Risi e Risotti/ Secondi Piatti/ Verdure

Peperoni ripieni al riso venere

Fino a che l’estate continua a regalarci queste saporitissime e coloratissime verdure dobbiamo approfittarne, a volte conservandole ( peperoncini ripieni), a volte cucinandoli espressi come in questa ricetta.

Io trovo che i peperoni abbiano un gusto particolare e molti di voi probabilmente non li amano molto ma credo che si sposino perfettamente anche con abbinamenti insoliti come i miei spaghetti con peperoni e fichi.

In questa ricetta invece diventano l’ingrediente principale e penso che abbinati al  con il riso venere diano il meglio di se.

Cucinandoli ripieni potete prepararli anche come piatto unico per una cena informale o un buffet tra amici.

 

peproni ripieni, vegetariano, riso venere

Ingredienti per 4 persone:

6 peperoni medi colorati
150 g di riso venere
1 cipolla rossa
2 patate medie
250 g di scamorza
olio extravergine di oliva q.b.
sale marino integrale q.b.

Lavare i peperoni, tagliare la parte superiore e svuotarli all’interno.
Cuocere il riso partendo dall’acqua fredda, per circa 40-45 minuti.
Nel frattempo tagliare la cipolla e iniziare a cuocerla in una padella con due o tre cucchiai di olio a fuoco basso.
Aggiungere le patate tagliate a dadini.
Scolate il riso e conditelo con le verdure, aggiustate di sale.
Tagliare la scamorza a dadini e aggiunerla al riso.

Mescolate bene gli ingredienti e riempite i peperoni.

Disponeteli in una pirofila da forno irrotati di olio e cuoceteli in forno a 180° per 30 minuti.

ricette facili, ricette economiche,

 

verdure ripiene, cottura al forno,

 

peperoni ripieni-6

Antipasti/ Verdure

Cheesecake di feta con verdure fresche

Qunado ci siamo conosciute, io avevo 6 anni e lei era appena nata.

Io scapitavo per la mia nuova amichetta e a differenza di tanti bambini  volevo proprio tenermela vicino.

Non ho mai pensato di confinarla a casa dei nonni ne tantomeno di riportarla in ospedale anche quando intorno a me sentivo le voci degli adulti che credevano il contrario.

E caparbiamente quella bambina che quando piangeva faceva “ollè” è rimasta ancora la mia migliore amica.

 

cheesecake, feta, verdure,

Ovviamente è la mia sorellina quella che ho chiesto a gran voce ai miei genitori e loro mi hanno accontentato.

Lo so che penserete che avere la sorella come migliore amica è un clichè, ma per me è assolutamente così e non ci penso proprio a cambiarlo.

Con lei non ho solo ricordi, ho condiviso ogni giorno della mia vita, ho trovato gioia conforto amore appoggio lacrime dolcezza arrabbiature e tantissimi abbracci.

 

cheesecake salata-4

 

Cheese cake di feta con verdure fresche
Emanuela Martinelli: 
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Persone: 6
 
Ingredienti
  • 200 g di feta sbriciolata
  • 200 g di panna fresca
  • 10 g di colla di pesce
  • sale marino integrale q b.
  • 150 g di craeckers
  • 75 g di burro
  • 30 g di parmigiano grattugiato
  • 1 cetriolo
  • 1 pomodoro
  • 1 costa di sedano
  • ½ peperone
  • basiclico q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
Preparazione
  1. Sciogliete il burro e amalgametelo al parmigiano ed ai creackers già sbriciolati con il mixer
  2. Foderate uno stampo di circa 18-20 cm oppure 6 coppapasta monoporzione con della pellicola trasparente e schiacciate i creckers formando la base del cheesecake.
  3. Mettete in frigo a raffreddare.
  4. Mettere la colla di pesce a bagno in acqua fredda.
  5. Montate la panna fino a renderla una crema morbida e unitela alla feta sbriciolata, salatela e aggiungetevi la colla di pesce sciolta a fuoco molto basso con 15-20 ml di panna fresca.
  6. Amalagamate bene e verste nello stampo già rivestito con la pellicola.
  7. Mettete in freezer per 3 o 4 ore.
  8. Sformate la cheesecake appena tolta dal freezer e lasciatela riposare in frigo per almeno due ore prima di servire.
  9. Servite con una ratatuille di verdeure fresche, le foglie di basilico e un filo di olio a crudo.

 

ricette estive, antipasti,

 

Perciò quando mi sono imbattuta in questo bellissimo contest non potevo che dedicarlo a lei.

 

cheesecake salata-6

Con questa ricetta partecipo al contest “Amicizia” del blog In cucina per gioco di Ilenia e Tiramiblu di Carla.

contest-amicizia

 

 

 

 

 

 

Antipasti/ Zuppe e Minestre

Gazpacho

Il caldo di questi giorni metterebbe chiunque a dura prova e ovviamente forno e fornelli sono stati accantonati.

Il massimo che riesco a cucinare sono solo le verdure, rigorosamente crude.

E meno male che esiste il Gazpacho, è stata la mia ancora di salvezza nelle ultime cene.

 

zuppa fredda, cucina spagnola,

Ingredienti:

1 kg di polpa di pomodororo
1 peperone
2 cetrioli
2 coste disedano
1 cipolla di media grandezza
olio extravergine di oliva
sale q.b.
3 cucchiai di aceto di mele

Preparazione:

Tritate tutte le verdure grossolanamente tenendone da parte una piccola quantità che useremo per decorare il piatto.
Mettere le verdure tagliate a pezzetti dentro il mixer, aggiungete olio sale e aceto e iniziate a frullare fino a che le verdure non diventano una crema.
Se volete che abbiano una consistenza ancora più vellutata aiutatevi anche con il minipimer, a seconda dei vostri gusti.
Assaggiate la zuppa ed eventualmente aggiustate di sale.
Riponetela in frigorifero per circa 2 ore, deve essere servita fredda.
Versatela nei piatti, decoratela con le restanti verdure tagliate a dadini piccoli, irroratela con un filo di olio e servitela e con dei crostini di pane a parte.

 

zuppa pomodoro, ricetta vegetarianaServitela come antipasto in un buffet o una cena tra amici oppure se fate come me, la elevate a main course, e la cena è pronta!

 

ricette light, vitamine, ricami di pastafrolla

 

Antipasti/ Verdure

Pomodori ripieni di miglio e robiola

Una ricetta semplicissima, fresca e ideale per le cene estive.

I pomodori campeggiano sulla nostra tavola estiva in tutte le versioni e pur essendo buonissimi mangiati a crudo mi piace tantissimo trovare nuove ricette per gustarli al forno.

ricette vegetariane, verdure

Questa ricetta è veramente semplicissima, l’unica accortezza è la cottura del miglio, per cui dovete ricordarvi di farlo prima tostare così da garantire una cottura uniforme mantenendo la giusta consistenza.

pomodori ripieni-6

Ingredienti per 6 persone:

6 pomodori di media grandezza
100 g di miglio secco
200 g di robiola fresca
1 spicchio di aglio 1 ciuffo di prezzemolo
sale q.b.

Preparazione:

Cottura del miglio:
Scaldate un filo di olio in una padella antiaderente e tostate il miglio per tre o 4 minuti.
Fate bollire 500 ml di acqua quindi versteci il miglio tostato e lasciate cuocere per circa 15 minuti coperto.
Non c’è bisogno di girare.
Spegnete la fiamma e lasciar riposare così da far gonfiare il miglio se ce ne fosse ancora bisogno.
Preparazione pomodori:
Quando il miglio si sarà intiepidito aggiungete la robiola il battuto di aglio e frezzemolo e aggiustate di sale.
Tagliate a metà i pomodori e svuotateli dei semi, salateli e capovolgeteli sopra un panno da cucina per far scolare i liquidi in eccesso.
Riempiteli con il composto e cuocete in forno a 200° per almeno 25 – 30 minuti.

 

 

pomodori ripieni-4 Questi pomodori sono ottimi serviti caldi ma se vi dovessero avanzare non preoccupatevi, il giorno dopo saranno ancora più gustosi.

pomodori ripieni-3

 

 

Antipasti

Caprese da pic nic con stracciatella e basilico

antipasti, caprese, pic nic,

Il pomodoro è il protagonista assoluto dell’estate.

Mi piace gustarlo in tutte le versioni. Crudo cotto a pezzettini o come salsa, nella pasta nella pizza nel pesce, compagno perfetto di ogni ricetta.

Ma inevitabilmente la ricetta che quasi tutte le sere approda in casa mia è la caprese. 

antipasti, caprese, pic nic,

Ingredienti per 6 persone:

200 ml di salsa di pomodoro

200 ml di panna fresca

olio extravergine di oliva q.b.

sale marino integrale q.b.

350 g di stracciatella

50 g di basilico

5 gr di colla di pesce

Preparazione:

Mettete a bagno in acqua molto fredda la colla di pesce.
Condite la salsa di pomodoro con olio e sale.
Mettete la colla di pesce in un pentolino, aggiungete uno o due cucchiai di panna e fatela sciogliere a fuoco molto basso.
Aggiungete alla colla di pesce la salsa di pomodoro.
Iniziate a montare la panna ma fermatevi quando avra’ raggiunto una consisteza cremosa e aggiungetela alla salsa di pomodoro.
Versatela nei barattolini o nei vastti nei quali volete servirla e lasciatela in frigo a raffreddare almeno 3 ore.
Trascorso questo tempo adagiate sopra la stracciatella un’ emulsione di basilico olio e sale frullata con il minipimer.
Tenetela in frigo fino al momento di servirla.

 

ricette pomodoro, stracciatella, basilicoQuest’anno il pomodoro è  diventato anche il protagonista di un contest al quale non potevo assolutamente mancare, lei è Enrica del blog Chiarapassion e questa è la mia versione della caprese ideale nei vostri pic nic o come aperitivo all’aperto.

mousse pomodoro-6

mousse pomodoro-3

Con questa ricetta partecipo al contest di Chiarapassion: Il Pomodoro italiano si veste di gusto in  collaborazione con La Fiammante.

Verdure

Panzanella di primavera

Mai buttare via il Pane.

In casa mia è un imperativo, così come credo in tutte le famiglie toscane.

Abbiamo tante di quelle ricette per riciclarlo che buttarlo sarebbe veramente un peccato!

Il nostro must estivo è ovviamente la Panzanella, che tra l’altro potete trovare qui, ma le verdure non sono ancora di stagione così ho provato a rifarla con quelle che invece lo sono…(ancora per poco) cavolfiore, cavolo viola, carote e i miei immancabili limoni!

panzanella invernale-4

La preparazione è semplicissima e super veloce, non preoccupatevi se non avete in casa esattamente queste verdure qui, la panzanella è una ricetta di riciclo, perciò date sfogo alla vostra fantasia e create la versione che più vi piace.

Bè sul tipo di pane siamo decisamente più antipatici…toscano, macinato a pietra a lievitazione naturale e se poi lo trovate cotto a legna…allora è il massimo!

 

panzanella, vegetariano, cavolo viola, ricette light

Ingredienti:

200 g di pane toscano raffermo
2 carote
1/2 cavolfiore
1/2 cespo di cavolo viola
1/2 limone
prezzemolo q.b.
olio extravergine di oliva
sale marino integrale q.b.

Preparazione:

Affettate il pane e tostatelo, mettetelo nel mixer e frullatelo senza che diventi troppo sottile, quindi mettetelo in una ciotola.
Pulire le cime del cavolfiore e passatele al mixer in modo da sbriciolarle.
Affettate finemente il cavolo viola, se avete un’affettatrice potete utilizzarla così da affettarlo molto molto sottile.
Battete al coltello il prezzemolo e tagliate il limone a fette sottili e poi a piccoli triangoli.
Tagliate la carota a dadini.
Unite tutte le verdure al pane, salate e condite con l’olio.

 

ricami di pastafrolla, emanuela martinelli,

Buon Appetito!

 

 

 

CONSIGLIA Calamaro ripieno di Tabouleh alla greca